Laura Bianconi Vicepresidente dei Senatori del Gruppo PDL

 

RU486/SEN.BIANCONI:

"Certo stupiscono le affermazioni dell'assessore alla sanità della Regione Emilia Romagna, Bissoni, in merito alla possibilità che la pillola abortiva Ru486 possa essere assunta in un regime di day hospital". Lo afferma la senatrice cesenate Laura Bianconi vice presidente dei senatori del Pdl. "Ricordo all'assessore che il comunicato dell'Aifa dello scorso 30 luglio recita testualmente: 'l'impiego del farmaco deve trovare applicazione nel rigoroso rispetto della legge 194/78, a garanzia e tutela della salute della donna. In particolare deve essere garantito il ricovero in una struttura sanitaria dal momento dell'assunzione del farmaco fino alla verifica dell'avvenuta espulsione del prodotto del concepimento. Tutto il percorso abortivo deve avvenire sotto lo stretto controllo di un medico del servizio ostetrico ginecologico. A lui è demandato l'attento monitoraggio per ridurre al minimo le reazioni avverse segnalate, quali emorragie, infezioni ed eventi fatali'. Alla luce di quanto specificato dall'Aifa, se il Dott. Bissoni ritiene che tutto ciò può essere garantito fuori dall'ospedale, vuol dire che evidentemente pensa ad un servizio di medici ginecologi H24 a casa di tutte le donne che nella Regione decidono di ricorrere all'aborto farmacologico con il percorso della RU486".



Cesena, 22 ottobre 2009


 

 


Privacy e Note Legali
[ home ] - [ biografia ] - [ news letters ] - [ photo gallery ] - [ links ] - [ contatti ]