Laura Bianconi Vicepresidente dei Senatori del Gruppo PDL

 

HERA: DOPO IL REFERENDUM IL PD SMETTA DI FARE LA POLITICA DEI DUE FORNI

“Si dice che la sconfitta è orfana mentre la vittoria ha sempre molti padri e questo lo si è visto anche per gli ultimi referendum dove Bersani (quello della famosa lenzuolata che doveva dare una scossa all’economia italiana), non solo ha sconfessato i suoi convincimenti in materia di acqua e nucleare ma è subito salito sul carro dei vincitore”. Inizia così il ragionamento della senatrice dell’Emilia Romagna Laura Bianconi sulle conseguenze che avrà il referendum in materia di gestione dell’acqua.

“In Emilia Romagna – continua Bianconi - esiste un colosso dell’acqua che si chiama Hera, multiutility pubblico/privata che gestisce anche la raccolta dei rifiuti, se si volesse essere veramente coerenti, e non mortificare il voto degli elettori, il PD dovrebbe a questo punto chiedere l’azzeramento di Hera per dar vita a un’azienda pubblica al 100%, ipotesi subito cavalcata dal sindaco di Forlì e non altrettanto condivisa dal sindaco di Imola che ha invocato una pausa di riflessione. In realtà le disparità di vedute all’interno del PD, che pure si era apertamente schierato per il sì, evidenziano ancora una volta come l’adesione ai quesiti referendari seguisse più motivazioni populiste che obiettivi volti a migliorare la gestione dei servizi idrici. Ora, a bocce ferme, - conclude Bianconi - essendo lo spirito di rivalsa nei confronti di Silvio Berlusconi ampiamente soddisfatto, mi auguro che su tematiche così importanti come l’acqua si possa aprire quel sereno confronto che sino ad oggi è mancato”.

Cesena, 16 giugno 2011


 

 


Privacy e Note Legali
[ home ] - [ biografia ] - [ news letters ] - [ photo gallery ] - [ links ] - [ contatti ]