Laura Bianconi Vicepresidente dei Senatori del Gruppo PDL

 

ASL FORLI’: QUANTO COSTA AL CITTADINO PRENOTARE AL CUP?

Con il nuovo anno i cittadini che afferiscono alla ASL di Forlì per prenotare esami e visite hanno a disposizione alcuni numeri telefonici ad hoc che, nell’intenzione dell’Azienda, devono servire a eliminare le file agli sportelli del CUP. Così vengono forniti tre diversi numeri telefonici per i quali non viene specificato il costo della chiamata. Anzi è la stessa ASL nel proprio prospetto a riportare la generica informazione “tariffa agevolata secondo le tariffe del gestore”. Frase di convenienza che dice tutto e niente, perché se è ovvio che si può applicare a tutti i servizi che il cittadino utilizza (acqua, luce, ecc.), non c’è nulla che lasci intendere a quanto ammonti la tariffa applicata dall’ignoto gestore. Questione di lana caprina? Voglia di far polemica a tutti i costi? Neanche per idea, perché due dei numeri forniti iniziano con 199, tecnicamente detto Numero Unico, diventato famoso per le bollette stratosferiche che in molti casi ha determinato il suo utilizzo in modo improprio, e il cui costo dovrebbe venire automaticamente comunicato all’inizio di ogni chiamata. Peccato che componendo i numeri forniti dalla ASL non venga fornita alcuna informazione in tal senso, e che questo abbia provocato allarme nei cittadini che si chiedono quanto verrà loro a costare la comodità di non recarsi di persona a prenotare esami e visite. I servizi forniti ai cittadini dovrebbero sempre essere ispirati ai criteri di convenienza economica e trasparenza, e quando si introducono nuove modalità non guasterebbe che ci si mettesse dalla parte del cittadino e ci si chiedesse se il messaggio è sufficientemente chiaro e se la novità, che indubbiamente sarà dettata dalle più nobili intenzioni, sia veramente a suo vantaggio.


 

 


Privacy e Note Legali
[ home ] - [ biografia ] - [ news letters ] - [ photo gallery ] - [ links ] - [ contatti ]