Laura Bianconi Vicepresidente dei Senatori del Gruppo PDL

 

SENATO/ PRESENTATA MOZIONE BIPARTISAN PER TUTELA VINO ED OLIO MADE IN ITALY

A tre anni dalla riforma dell’OCM vino, le imprese hanno dimostrato grandi capacità di reazione e adattamento ai mutamenti di mercato, nonostante la crisi economica. In questo quadro, però, si inserisce la concorrenza sleale di alcuni Paesi europei che producono a basso costo sia il vino che l'olio d'oliva. Questo il motivo principale che ha spinto già oltre 70 senatori di tutti i partiti e che rappresentano ogni regione d'Italia, a sottoscrivere la mozione presentata dalla senatrice Laura Bianconi del Pdl presidente dell'Associazione parlamentare Luigi Veronelli, che da diversi anni si occupa di promuovere tutto il comparto agroalimentare ed enogastronomico italiano attraverso un continuo contatto tra i parlamentari ed il loro territorio di residenza. "Il direttivo dell'Associazione, composto dai parlamentari Adragna, Boldi, Carrara, Vitali e Treu, nel predisporre questa mozione, che sarà presentata anche alla Camera - precisa la senatrice Bianconi - ha inteso chiedere al Governo d'intervenire nuovamente, presso tutte le Sedi comunitarie, affinché venga privilegiata la qualità e la tipicità del vino italiano, tutelato il lavoro dei produttori vinicoli, scongiurando l’introduzione di sistemi produttivi che abbiano come effetto il livellamento dei gusti verso il basso". I senatori invitano il Governo ad adoperarsi, in accordo con gli altri Paesi che come il nostro hanno interesse a salvaguardare la vitivinicoltura di qualità, a ridiscutere le normative comunitarie che prevedono, a partire dal 2015, la liberalizzazione degli impianti dei vigneti e per mantenere l'attuale regolamentazione che assicura un giusto equilibrio tra la tutela dell'esistente e le esigenze di mercato; in merito al settore olivicolo, invece, chiedono di consentire ai nostri produttori di olio d'oliva di operare all'interno di un sistema in cui risulti più flessibile promuovere la migliore produzione delle aziende olivicole con programmi di promozione sui mercati esteri. "Ringrazio i colleghi senatori, il presidente Marini ed in modo particolare tutti i Capigruppo - conclude la presidente dell'Associazione Luigi Veronelli - che sottoscrivendo questa mozione hanno dimostrato senza alcuna divisione di partito di voler tradurre in atti concreti i consigli e le istanze del proprio territorio, per salvaguardare la qualità e l'originalità delle nostre eccellenze enogastronomiche e di volerle promuoverle, anche dal punto di vista territoriale ed agrituristico, con azioni strategiche di concerto con regioni, province e comuni in grado di coinvolgere anche i singoli produttori, garantendo così la creazione di una filiera Made in Italy "virtuosa", che permetta di valorizzare e rendere conseguentemente più competitivi i prodotti vitivinicoli e olivicoli italiani." Questi i nomi dei senatori che ad oggi hanno sottoscritto la mozione Bianconi: Franco Marini, Adragna, Gasparri, Finocchiaro, Quagliariello, Rutelli, D'Alia, Belissario, Bricolo, Viesdpoli, Boldi, Vitali, Carrara, Treu, Scarpa Bonazza Buora, Zanoletti, Tofani, Aderenti, Piscitelli, Balboni, Vallardi, Vaccari, Divina, Maraventano, Mazzatorta, Valli, Montani, Rizzi, Pittoni, Mura, Bonfrisco, Sanciu, Zanetta, Leoni, Contini, Digilio, Fosson, Bodega, Gallo, Alberto Filippi, Monti, Santini, De Feo, Giancarlo Serafini, Pastore, Grillo, Baldini, Poli Bortone, Baio, Castro, Di Stefano, Bianchi, Licastro, De Eccher, Follini, Astore, Incostante, Papania, Zanda, Vittoria Franco, Lumia, Fistarol, Legnini, Rusconi, Pertoldi, Gianbrone.

Roma, 27 luglio 2011


 

 


Privacy e Note Legali
[ home ] - [ biografia ] - [ news letters ] - [ photo gallery ] - [ links ] - [ contatti ]