Laura Bianconi Vicepresidente dei Senatori del Gruppo PDL

 

SALUTE/SEN.BIANCONI: TUMORE MAMMELLA OCCORONO CENTRI QUALIFICATI COME LE BREAST -UNIT

"Il seno è il simbolo stesso della femminilità, ha in se valenze emotive, racchiude valori che non si possono scindere dall'identità femminile. Per questo è importante che le cure per il tumore al seno preservino il più possibile l'integrità fisica della donna". Con queste parole la senatrice Laura Bianconi ha iniziato il suo intervento al Convegno dal titolo "Rinnovamente dei processi assistenziali e di ricerca in ambito senologico" che si è tenuto oggi presso l'Università Gabriele D'Annunzio di Chieti. La senatrice, anche in qualità di componente della Commissione Igiene e Sanità del Senato, ha illustrato i risultati dell'indagine conoscitiva sulle patologie degenerative promossa proprio dalla Commissione di Palazzo Madama e per la quale lei ha curato il filone relativo al tumore alla mammella. "In Italia - ha precisato la vice presidente dei senatori del Pdl - il carcinoma alla mammella colpisce 1 donna su 8, con 40.000 nuovi casi registrati ogni anno. Rappresenta il tumore più frequente nel sesso femminile. L'incidenza di questo tumore ha registrato un aumento negli anni recenti, accompagnato da una diminuzione della mortalità. I dati scientifici a nostra disposizione dimostrano che l'intervento più efficace nella lotta al tumore al seno è rappresentato dalla diagnosi precoce, se diagnosticato in uno stadio sub-clinico (lesione non palpabile) e trattato correttamente il cancro al seno può essere sconfitto sino al 98% dei casi. Secondo i dati forniti dall'OMS lo screenig di qualità può ridurre anche del 35% la mortalità per cancro al seno per le donne comprese tra i 50 e 69 anni. Ancora troppo elevato è il gap tra il nord ed il sud del nostro paese - ha ricordato Bianconi - ed anche per questo occorre procedere rispettando le indicazioni dell'Unione Europea che invitano gli Stati membri a dotarsi, entro il 2016, di centri multidisciplinari altamente specializzati, quali le breast-unit. Un appuntamento quello del 2016 - ha concluso - al quale dobbiamo arrivare con le carte in regola nell'interresse di tutte le donne che hanno diritto ad essere assistite e curate in strutture di elevata qualità allo stesso modo su tutto il territorio nazionale".

Chieti, 29 settembre 2011


 

 


Privacy e Note Legali
[ home ] - [ biografia ] - [ news letters ] - [ photo gallery ] - [ links ] - [ contatti ]