Laura Bianconi Vicepresidente dei Senatori del Gruppo PDL
Newsletter n. 101 del 3 aprile 2012

In Commissione
Affari Costituzionali
Integrativo decreti liberalizzazioni e consolidamento conti pubblici
Ingresso e soggiorno cittadini Paesi terzi
Riforma del Parlamento e forma di governo
Giustizia
Responsabilità civile dei magistrati
Affari esteri
Rafforzamento sorveglianza economica e di bilancio degli Stati membri
Bilancio
Disposizioni concernenti la ripartizione della quota dell'otto per mille dell'imposta sul reddito delle persone fisiche devoluta alla diretta gestione statale
Semplificazioni tributarie
Istruzione pubblica
Agenda strategica per l’innovazione dell’EIT
Riparto enti vigilati Mibac
Istituzione della figura professionale del restauratore
Valorizzazione impianti giochi olimpici invernali Torino 2006
Lavori pubblici, comunicazioni
Direttive appalti pubblici
Assicurazione degli armatori per i crediti marittimi
Audizione del Presidente della Regione Toscana su infrastrutture e mobilità della regione.
Comunicazione del Ministro dello sviluppo economico su Expo Milano 2015
Agricoltura
Attività pesca tonno rosso
Industria, commercio e turismo
Disposizioni in materia conciaria
Imprenditoria femminile
Lavoro, previdenza sociale
Trasferimento funzioni ENPALS e INPDAP a INPS
Igiene e sanità
Indagine conoscitiva patologia diabetica
Indagine conoscitiva percorsi nascita
Prescrizioni tecniche su tessuti e cellule umani (relatori:Bianconi, Bosone)
Norme sanitarie sui movimenti a carattere non commerciale degli animali da compagnia (relatori: Bianconi, Chiaramonte)
Territorio, ambiente
Salvaguardia laguna di Venezia
Benefici superstiti terremoto dell’Aquila
Prevenzione rischio idrogeologico
Politiche dell’Unione europea
Legge comunitaria 2011
Commissione d’inchiesta sul SSN
Audizione società italiana Psichiatria democratica


In Aula
Semplificazioni tributarie
Mozione Belisario, sull'articolo 18 dello Statuto dei lavoratori e sulla riforma del mercato del lavoro

VINITALY 2012: UN’OCCASIONE PER FARE IL PUNTO SULLE NOSTRE ECCELLENZE
La quarantaseiesima edizione di Vinitaly, svoltasi a Verona dal 25 al 28 marzo dà l’opportunità alla senatrice Laura Bianconi di fare il punto su una passione che occupa anche un ruolo rilevante nell’ambito della sua attività parlamentare. Infatti come presidente dell’Associazione Luigi Veronelli, associazione interparlamentare per la tutela e la promozione del patrimonio vitivinicolo italiano, è stata promotrice di numerose iniziative tutte volte a sostenere e a far conoscere questo straordinario settore della nostra agricoltura, l’ultima delle quali è stata proprio il convegno <Quando l’impegno del vino è donna> tenutosi in Senato lo scorso 6 marzo. “Mi piace sempre ricordare – esordisce Laura Bianconi – che il vino è il nostro petrolio, una ricchezza di cui forse ancora non siamo pienamente consapevoli e che andrebbe valorizzata e sfruttata ancora di più. Da solo il vino vale 14 miliardi di euro e rappresenta il 4,4 per cento delle nostre esportazioni, se poi si aggiunge il valore dell’indotto si fa presto ad arrivare ai 20 miliardi di euro”. Cifre importanti, soprattutto in questo periodo di crisi generalizzata, che sono state mese in luce anche nel corso di Vinitaly. E’ aumentato il nostro export e, nota ancora più positiva, è aumentato rispetto ai volumi venduti, segno che anche sul fronte del prezzo l nostri vini stanno accorciando le distanze con i cugini francesi; Il 61 per cento di enologi e cantinieri trovano lavoro appena entro tre mesi dalla fine degli studi, insomma un settore che non sembra risentire dei grandi cambiamenti che stanno attraversando le economie occidentali. “Proprio questi indici positivi – continua la senatrice Bianconi – ci devono far perseguire la strada sin qui intrapresa, sostenere chi fa produzione di qualità, evitando contributi a pioggia e assistenzialismi che vanno solo a vantaggio di chi vuole vivere di rendita. Nel corso del mio impegno parlamentare, attraverso l’Associazione Luigi Veronelli, ho potuto incontrare tantissimi produttori, gente innamorata del proprio lavoro che svolge anche un ruolo importantissimo di presidio del territorio. Certo – conclude Bianconi – non bisogna però dimenticare che la sfida si gioca a livello mondiale e ancora tanto dobbiamo fare per sviluppare adeguati sistemi di comunicazione e di vendita, ma le potenzialità sono davvero tante, soprattutto se si riescono a fare sinergie con lo straordinario patrimonio rappresentato dalla nostra cucina e dall’altra grande eccellenza italiana che è l’olio d’oliva”.

SE MANCA IL SENSO DEL SACRO
Dopo la morte di Tonino Guerra la moglie Lara, ringraziando pubblicamente tutti coloro che in questa circostanza sono stati vicini alla famiglia ha voluto però sottolineare come la fredda, asettica, funzionale struttura del crematorio di Cesena poco si adatti ad accompagnare l’ultimo, ultimissimo, viaggio di un uomo. “Ogni uomo ha il diritto di essere accompagnato con dignità” ha detto la signora Lara che evidentemente in quegli algidi locali, pur se progettati da un'archistar, non è riuscita a ritrovare quella poesia che Tonino Guerra era capace di vedere nei petali di un fiore o nelle colline avvolte dalla nebbia.
“Purtroppo per la cultura oggi dominante la morte è un elemento destabilizzante che va affrontato nel modo più rapido e indolore – commenta la senatrice Laura Bianconi – mentre invece tutta la nostra tradizione, a partire da quella contadina, aveva ben chiaro il senso del sacro che accompagna ogni momento della nostra vita. Tutto nelle grandi cattedrali rimanda a qualcosa di più grande, il segno che il destino ultimo del nostro essere uomini va ben oltre la nostra finitezza e limitatezza. Oggi invece si raccolgono le ceneri di un uomo con una paletta di plastica. Come con la spazzatura”.

SCOMPARSO ALBERTO SUGHI: LAURA BIANCONI LO RICORDA IN SENATO
Sabato scorso la città di Cesena ha perso, dopo Ilario Fioravanti e Domenico Cancelli, un altro dei suoi figli illustri, il maestro Alberto Sughi. Oggi in apertura di seduta la senatrice Laura Bianconi ha voluto ricordare questo grande artista ripercorrendo le tappe principali della sua lunga carriera artistica, dallo studio che divideva con gli altri artisti cesenati in un torrione della Rocca di Cesena, al periodo romano quando abitava vicino a Castel Sant’Angelo, dalla sua militanza politica all’amicizia con i principali protagonisti della cultura del dopoguerra.


Nella prima parte della newsletter abbiamo messo in evidenza i grandi numeri e le grandi potenzialità del settore vitivinicolo italiano, quindi quale migliore conclusione che una pagina di poesia pura per far innamorare di questo mondo? A regalarcela è Franco Ricci, presidente di Ais Roma (Associazione italiana sommelier), direttore di Bibenda, che guida inoltre la Worldwide Sommelier Association.

LA SPERANZA DI LUIGI VERONELLI
"19 gennaio 2000
Antanni - tanti e tanti anni, da non ricordarne la data… - antanni è un neologismo - antanni fa, quando seppi della fondazione dell’AIS, feci un sogno: nel 2000 non si sarebbero mangiate solo pillole e bevuto solo acqua, nel 2000 Sommelier giovani e capaci avrebbero offerto in luoghi d’indicibile bellezza - i vini (divenuti grandi) della nostra Terra accoppiati a cibi altrettanto grandi e terragni. Oggi m’accorgo, qui, essersi il sogno realizzato e l’emozione è immensa. Luigi Veronelli".
Questo scriveva Gino il 19 Gennaio 2000 in visita alla nostra sala di degustazione e redazione di Roma.
Poi ci sono stati altri mille incontri. E quello dell'Olio con la sua forte richiesta di organizzare corsi, incontri, relazioni e degustazioni con la consapevolezza che soltanto un'associazione sommelieristica poteva incidere profondamente sulla sua cultura, sull’emancipazione della produzione e degli operatori della ristorazione.
Poi il 15 Ottobre 2004:
“Caro Franco, il 22 Ottobre non sarò all'inaugurazione della Fiera dei Particolari. Entro infatti in clinica per una operazione del tutto inaspettata - che più difficile non si può - se ne esco una delle prime telefonate è tua, sia per affetto, sia per avere notizie intelligenti quali le tue. Tra i miei desideri maggiori è di lavorare, più inciso, assieme a te. Ti abbraccio forte. Gino”.
Quella telefonata non è più arrivata. Ma la forza e la gioia delle sue parole, del suo amore per le cose giuste che coinvolgono il nostro mondo, resteranno indelebili nel cuore e nella mente di noi tutti. E con quelle parole, e con quel genio continueremo a svolgere il nostro ed il suo percorso.
(Franco Ricci - Presidente Ais Roma e Presidente Wsa) 


 

 

 

A cura della segreteria della Senatrice Laura Bianconi
Via Uberti,14 – 47023 Cesena (FC)
tel. 0547/613927 – fax 0547/613935
www.laurabianconi.itsenatrice@laurabianconi.it

Questa newsletter vuole essere un contributo al dibattito politico e culturale nel nostro Paese. Ci scusiamo se arriva contro la tua volontà, molti dei nostri indirizzi sono presi da elenchi istituzionali e trattati secondo quando stabilito dalla L. 675/96, se non vuoi più riceverla.

clicca qui


Privacy e Note Legali
[ home ] - [ biografia ] - [ news letters ] - [ photo gallery ] - [ links ] - [ contatti ]