Laura Bianconi Vicepresidente dei Senatori del Gruppo PDL
Newsletter n. 105 del 24 aprile 2012

In Commissione
Affari costituzionali
Integrativo dei decreti sulle liberalizzazioni e sul consolidamento dei conti pubblici
Riforma del Parlamento e forma di governo
Comunicazione del sottosegretario Peluffo in materia di editoria
Distribuzione sociale di prodotti alimentari
Giustizia
Riforma del mercato del lavoro
Tribunale della famiglia
Durata dei processi
Difesa
Indagine conoscitiva sullo stato di attuazione della normativa di contrasto della pirateria con particolare riguardo al Corno d’Africa e all’Oceano Indiano
Istruzione pubblica
DM tabella istituzioni culturali 2012-2014
DM riparto enti privati di ricerca 2011-2013
Agricoltura
Attività di pesca del tonno rosso
Gestione e riforma della PAC
Industria, commercio, artigianato
Legge comunitaria 2011
Lavoro, previdenza sociale
Riforma del mercato del lavoro
Nomina presidente Inail
Igiene e sanità
Documento di economia e finanza
Semplificazioni
Riforma del mercato del lavoro


In Aula
Semplificazioni tributarie
Deliberazione sulla costituzione in giudizio del Senato della Repubblica per resistere in un conflitto di attribuzione
Documento di economia e finanza 2012

ELEZIONI FRANCIA: ANCHE SARKOZY PAGA PEGNO ALLA CRISI ECONOMICA
Non si sa ancora chi sarà il nuovo presidente di Francia, ma di certo il primo turno delle elezioni francesi, conclusosi con il sorpasso di misura del socialista Hollande sul presidente uscente Sarkozy, ha confermato lo stretto legame che c’è tra economia e politica. Infatti il primo effetto del voto francese, unito anche alle dimissioni del primo ministro olandese che sconta il fatto di aver perso la tripla A, è stato quello del crollo generalizzato delle Borse mondiali, con l’aggiunta dell’ennesimo rialzo dello spread, italiano ovviamente, volato oltre quota 400. Segno evidente di come la crisi economico-finanziaria, con cui tutti i paesi occidentali devono confrontarsi, condiziona pesantemente le scelte di un elettorato che, in primo luogo, ha perso la fiducia nel proprio futuro e spera perciò che solo dal cambiamento possano venire giorni migliori. “Non a caso – sottolinea la senatrice Laura Bianconi – la vera trionfatrice di questa prima tornata elettorale è Marie Le Pen, figlia ed erede del leader storico della destra francese, che con il 18,5% dei consensi condizionerà pesantemente il risultato del ballottaggio che si terrà tra 15 giorni. Ma attenzione a non farsi prendere da facili entusiasmi – conclude Bianconi – come ha fatto il leader del Pd Pierluigi Bersani, che vede nella tornata elettorale francese un primo passo importante di cambiamento in Francia e in Europa. Lo scarto tra Hollande e Sarkozy è molto ridotto e tutto può veramente succedere”.

RICERCA SCIENTIFICA: URGENTE AGENZIA NAZIONALE BIOFISICA
Si è tenuta oggi, presso la Sala dei Presidenti a Palazzo Giustiniani, la Consensus Conference con a tema l'Istituzione dell'Agenzia nazionale per la biofisica informazionale, per lo studio della fisiologia e della fisiopatologia dei processi di comunicazione intra e intercellulare, oggetto di un provvedimento all'esame, in sede deliberante, della Commissione Istruzione e ricerca scientifica del Senato. All'incontro promosso dal Senatore questore Benedetto Adragna, primo firmatario insieme ai Presidenti di tutti i gruppi parlamentari, ha partecipato anche la senatrice Laura Bianconi, vicepresidente dei senatori del Pdl e componente della Commissione Igiene e Sanità di Palazzo Madama. "Il nostro Paese - ha sottolineato la senatrice nel suo intervento - esportata ogni anno grandi "menti" all'estero, giovani ricercatori, medici specializzati e non solo che, invece, dovremmo riuscire a non fare allontanare dall'Italia. Questo - ha proseguito - lo si può ottenere sostenendo e promuovendo la ricerca scientifica all'interno dei confini di casa nostra. Istituire questa Agenzia rappresenterebbe un importante passo che va proprio in questa direzione e la presenza di alti rappresentanti del mondo scientifico qui oggi sta a testimoniarlo. Oltre ad aver sottoscritto la proposta di legge per l'istituzione dell'Agenzia del senatore Adragna – conclude Laura Bianconi - vorrei rivolgere a lui un particolare plauso per aver voluto portare all'attenzione del Parlamento, in un momento di crisi, un provvedimento legislativo che rappresenta una concreta opportunità di lavoro in un settore, quello della ricerca scientifica, che normalmente non ha fondi tali da consentirne un'adeguata promozione”.
Alla conferenza sono intervenuti il Senatore Guido Possa, Presidente della Commissione Istruzione e ricerca scientifica del Senato, Carlo Ratto, professore di Chirurgia generale Università Cattolica - Policlinico Gemelli Roma; Paola Chiarurgi, professore di Biochimica - Università di Firenze; Angelo Parello, Università Cattolica - Policlinico Gemelli Roma; Antonio Lanzavecchia, Direttore Istituto di Ricerca Biomedicina Bellinzona; Sara Sigismund, ricercatrice Istituto Oncologia Molecolare Milano; Giuseppe Foffi, ordinario Istituto di Fisica Teorica Ecole Polytechnique Federale Losanna; Alberto Mantovani, ordinario Patologia generale Università di Milano; Silvano Sozzani, professore Dipartimento Scienze Biomediche e Biotecnologie Università di Brescia; Benedetto Pinto, Responsabile Unità funzionale di ortopedia San Giuseppe Hospital Arezzo; Pietro Calissano, Vice Presidente European Brain Research Institute - Rita Levi Montalcini; Aurelio Maggio, Direttore Unità operativa di ematologia Ospedali Riuniti Palermo, Giuseppe Cutino, Associazione Piera.
Moderatore dell’incontro è stato il professore Francesco Conconi, già Rettore dell’Università di Ferrara. Erano inoltre presenti i componenti del comitato scientifico: Fosco Foglietta, Presidente Cup 2000 Bologna, Giuseppe Calvosa, Direttore della U.O. di Ortopedia e traumatologia degli Ospedali Riuniti Santa Maria Maddalena di Volterra, Fernando Anzivino, già Direttore di struttura complessa geriatria e ortogeriatria Azienda Ospedaliero-universitaria di Ferrara; Francesco Crescentini, responsabile della medicina rigenerativa fisica del Cristo Re di Roma.

SANITA’: AVVICINARE I SERVIZI AI CITTADINI
Sabato 21 aprile la senatrice Laura Bianconi ha partecipato a Rocca San Casciano, provincia di Forlì-Cesena, all’inaugurazione del nuovo centro medico “Villa Vela”, una struttura convenzionata con il servizio sanitario nazionale che intende offrire servizi sanitari di qualità alla popolazione residente nei comuni della Comunità montana dell’Acquacheta. Dopo i saluti di Claudio Samorì, presidente della Comunità montana, e di Rosalba Tassinari, Sindaco di Rocca San Casciano, Laura Bianconi ha posto l’attenzione sul ruolo delle farmacie che si trovano a svolgere la propria attività in piccoli comuni della media e alta collina. “La provincia di Forlì-Cesena – ha ricordato Laura Bianconi vede  la popolazione concentrata soprattutto nelle due città capoluogo e nei comuni di pianura. Questo è avvenuto anche perché nel dopoguerra si è assistito ad un progressivo spopolamento dei comuni delle vallate appenniniche, comuni che, oltre a rappresentare importanti presidi territoriali, sono testimoni degli importanti scambi economici e culturali che nei secoli scorsi interessavano le regioni confinanti. E’ quindi fondamentale fornire alti livelli di assistenza per quei territori che sono lontani dalle strutture ospedaliere, e in questo un ruolo fondamentale sarà quello del presidio farmaceutico che dovrà essere in grado di aprirsi a una nuova formula di servizi, tale per cui la farmacia diventi il primo interfaccia tra cittadino e servizio sanitario. Soprattutto  - conclude Bianconi - per realtà come quelle montane la prestazione non dovrà più essere limitata ai consigli sui farmaci da banco e alla fornitura di farmaci con ricetta medica. Con le nuove tecnologie, quali mini robot e telemedicina, sarà possibile effettuare in farmacia esami del sangue non complessi e elettrocardiogrammi, a tutto vantaggio di una migliore qualità della vita per i residenti delle vallate che, nella maggior parte dei casi, sono persone anziane”.

AUGURI A RITA LEVI MONTALCINI
“Malgrado l’età, io non vivo nel passato, ma nel futuro”. Inutile cercare la frase più bella, più azzeccata, per fare gli auguri di buon compleanno a Rita Levi Montalcini. Quella sopra riportata è sua e non potrebbe esprimere meglio quello che si vuole augurare a chi compie gli anni: di non considerarsi mai arrivati, di mantenere sempre aperta la porta della mente e del cuore. E’ quello che ha fatto e fa questa donna straordinaria che, ancora oggi, continua ad essere mentore e icona di tanti giovani ricercatori.

IL PDL E I VALORI NON NEGOZIABILI
Giovedì 19 aprile, presso il Teatro Rossini di Palazzo Santa Chiara a Roma, si è tenuto il convegno, organizzato dalla Fondazione Magna Carta, “Il Pdl e i valori non negoziabili” a cui ha preso, parte oltre al Presidente d’Onore di Magna Carta Gaetano Quagliariello e a numerosi parlamentari del Pdl, il Segretario Nazionale del Pdl Angelino Alfano.
Nel corso della sua relazione Alfano ha ricordato come “Il Pdl è un partito laico, non confessionale, che nasce dalla grande intuizione di Berlusconi che ha avuto il merito di costruirlo dall'intersezione di culture diverse della storia politica italiana e che stanno insieme perché sono tutte culture di governo". Parole in cui si riconosce appieno la senatrice Laura Bianconi che dei valori non negoziabili ha fatto la sua bandiera quando il parlamento si trovò a legiferare in materia di fecondazione assistita e testamento biologico. “In questo particolare momento storico – commenta Bianconi - l’agenda parlamentare è dettata dalla crisi economica, questa è la natura degli argomenti al centro del dibattito politico, bene ha fatto perciò Magna Carta a ricordare con questo convegno che ciò che accomuna chi milita nel Pdl è il riconoscimento della centralità della persona, a partire dall’embrione per finire con chi si trova a convivere con le condizioni di salute più invalidanti e disperate. Per noi quello che vale e che deve essere sempre rispettato è la libertà della persona, che non può mai essere prevaricata dal legislatore”.

IL LAVORO E L’IDEALE. A CESENA INCONTRO PUBBLICO ORGANIZZATO DA COMPAGNIA DELLE OPERE E ASSOCIAZIONE VALORI E LIBERTA’
Partire dal lavoro per cercare di individuare una possibile via di uscita da una crisi economica che ha messo in discussione il modello di sviluppo del mondo occidentale, questo il motivo di fondo che ha trovato concordi Compagnia delle Opere e Associazione Valori e Libertà nell’organizzare l’incontro “Il lavoro e l’ideale” che si terrà al Palazzo del Ridotto di Cesena lunedì 7 maggio, alle ore 20,45.
Accomunate dall’appartenenza a quella tradizione culturale che ha fatto grande il nostro Paese, Compagnia delle Opere e Valori e Libertà hanno deciso di guardare il passato per ritrovare, e riproporre, una concezione del lavoro che non sia solo alienazione o sopraffazione e, nel ciclo sul lavoro delle formelle del Campanile di Giotto, hanno trovato quella rivoluzionaria concezione antropologica che riesce a coniugare bellezza e lavoro.
Con l’aiuto della professoressa Mariella Carlotti, insegnante e autrice di numerose pubblicazioni, sarà possibile riscoprire una visione autenticamente umana del lavoro, la sola che può aiutarci a superare le difficoltà che oggi stiamo vivendo.


“Un grande partito politico ad azionariato popolare”. Questa la grande novità preannunciata da Angelino Alfano, che ha oscurato persino l’azzeramento dei vertici dell’Udc chiesto e ottenuto da Cesa. Una novità che di fatto darà il via alla campagna elettorale del 2013 e che verrà svelata dopo le amministrative di maggio. Intanto ieri su “La Stampa” l’ex ministro Mariastella Gelmini qualche anticipazione l’ha fatta.

LA SVOLTA NON SARA’ UN MAQUILLAGE, E NESSUNO AVRA’ LA GOLDEN SHARE
Questa “grande novità” annunciata da Alfano non sarà per caso un bluff? A sospettarlo sono in parecchi …
Se ne accorgeranno presto, perché esiste eccome, io ne sono testimone. Berlusconi e Alfano ci stanno lavorando da tempo. Non si tratterà di un maquillage.
Quindi niente cambio di nome, simbolo e quelle cose lì?
Sostituire l’insegna sarebbe poca cosa rispetto a quanto ci viene richiesto. La gente pretende un cambiamento sostanziale, mica giochi di parole.
E quindi, in concreto?
La novità avrà molto a che vedere con i problemi veri, cominciando da quelli che attanagliano famiglie e imprese. Ma riguarderà anche il modo di selezionare la classe dirigente, di puntare sui meritevoli e sugli onesti, di finanziare i partiti … Alfano ha già detto che siamo pronti a sostenere senza contributi pubblici i costi della politica.
Fini su “La Stampa” e dal PD vi hanno risposto: bella forza, da voi c’è Berlusconi che paga!
Nessun iscritto, nemmeno il Presidente avrà la golden share. L’autofinanziamento prevederà un tetto ai contributi individuali. Il segretario è stato chiaro. Non ci stiamo a farci a farci tirare le orecchie da Grillo, Di Pietro e dai paladini della cosiddetta antipolitica: i soldi per mandare avanti le idee possiamo trovarli in altri modi. Comunque meglio meno soldi e più idee che tanti soldi e “credibilità zero”.
Mettere in lista certi personaggi vi ha dato credibilità?
No. Sono sbagli da non ripetere. Il Pdl 2.0, come lo chiama Alfano, ripartirà dalla militanza. Che una volta si esprimeva attaccando manifesti, adesso magari intervenendo sui social network. Il messaggio è che noi siamo pronti. Chi si aspetta che dopo le prossime Amministrative ci sfalderemo in quanto partito di plastica, resterà deluso.
Però qualche défaillance si nota, per esempio il documento di Pisanu e degli altri 26 senatori che guardano al Terzo Polo…
Documento condivisibile, indica la necessità di unire chi condivide certi valori, centralità della persona, della famiglia, della vita. Ma che bisogno c’era di raccogliere firme su una posizione che Alfano già porta avanti?
Azzardi lei la risposta.
Se non è una sponda aCasini, fa nascere il sospetto che lo sia. In questo senzo l’iniziativa di Pisanu rischia di essere divisiva.
Il Terzo Polo si sta dando da fare. Siete preoccupati?
Grande rispetto per il travaglio di tutti. Ma tutti debbono fare i conti con gli stessi problemi. Non è che Udc, Fli, eccetera siano immuni da responsabilità e critiche. Ci sono voluti pessimi episodi di malcostume per ricordarsi che la legge sui partiti attende da 60 anni. C’è voluto un governo tecnico per la riforma delle pensioni e del mercato del lavoro, su cui il Pdl mai era riuscito a trovare i numeri in Parlamento.
A proposito di Monti: lo appoggiate, però con crescente freddezza…
L’appoggio è frutto di responsabilità. Anche oggi diciamo che se lo spread torna su non è per colpa di Monti così come non lo era di Berlusconi. Ma restiamo con i piedi per terra. E constatiamo un paio di cose. Primo: è più facile una politica dei sacrifici che rilanciare la crescita.
Qualche difficoltà la incontrano anche i Professori, vuol dire?
Esatto. Secondo, i famosi tagli lineari di Tremonti erano stati tanto criticati; eppure questa spending review che dovrebbe eliminare gli sprechi di denaro pubblico al momento mi sembra un’araba fenice. Non ho mai visto dirigenti di ministeri che, da soli, si riducono il portafogli… Bisogna mettere quantomeno un tetto. Ridurre la spesa per tagliare le tasse e rilanciare la crescita, Invece qui dietro ogni provvedimento del governo spunta un balzello. Non va bene. Un ulteriore aumento delle imposte non lo reggerebbe l’Italia e in particolare il Nord.
Quindi siete contro un aumento dell’Iva in autunno?
Alfano l’ha detto. E ha detto pure che sulla riforma del lavoro non debbono esserci pregiudizi nei confronti di chi fa impresa. E’ il nostro blocco sociale, vogliamo rappresentarlo anche in futuro.
(Intervista all’onorevole Mariastella Gelmini, pubblicata su “La Stampa” di lunedì 23 aprile 2012)

 

 

 

A cura della segreteria della Senatrice Laura Bianconi
Via Uberti,14 – 47023 Cesena (FC)
tel. 0547/613927 – fax 0547/613935
www.laurabianconi.itsenatrice@laurabianconi.it

Questa newsletter vuole essere un contributo al dibattito politico e culturale nel nostro Paese. Ci scusiamo se arriva contro la tua volontà, molti dei nostri indirizzi sono presi da elenchi istituzionali e trattati secondo quando stabilito dalla L. 675/96, se non vuoi più riceverla.

clicca qui


Privacy e Note Legali
[ home ] - [ biografia ] - [ news letters ] - [ photo gallery ] - [ links ] - [ contatti ]