Laura Bianconi Vicepresidente dei Senatori del Gruppo PDL
Newsletter n. 3 del 23 febbraio 2010

In Commissione
Lavori Pubblici, Comunicazioni
Audizione dei Commissari straordinari del Governo per le grandi opere infrastrutturali
Agricoltura
Problematiche inerenti al comparto zootecnico
Industria, commercio, turismo
Audizione dei rappresentanti del SMI (Sistema Moda Italia)
Igiene e sanità
Ddl professioni sanitarie (relatrice Bianconi)
Territorio ambiente e beni ambientali
Ddl in materia di prelievo venatorio

In Aula
Decreto energia elettrica isole maggiori
Proroga missioni internazionali

Il CAIRO, VERTICE NWC: LAURA BIANCONI GUIDA LA DELEGAZIONE ITALIANA
Dal 20 al 22 febbraio, al Cairo, la Senatrice Bianconi ha guidato la delegazione italiana che ha partecipato al vertice del NWC (Consiglio nazionale per le donne) incentrato sul tema “Donne parlamentari come agenti attivi del cambiamento”. Ai lavori dell’organismo internazionale, presieduto dalla Signora Suzanne Mubarak, moglie del Presidente egiziano, hanno preso parte le parlamentari di sedici paesi che si affacciano sul Mediterraneo. L’intervento della sessione relativa alla sicurezza alimentare è stato affidato alla Senatrice Bianconi che ha illustrato le politiche messe in campo dall’Unione europea. Soprattutto è stata anche l’occasione per presentare l’attività dell’Autority dell’alimentazione (EFSA) che ha sede a Parma e che rappresenta uno dei centri di eccellenza mondiali per il controllo e la garanzia degli alimenti. “L’Autority per l’alimentazione, fortemente voluta a Parma dal Presidente Berlusconi – ha riferito la Senatrice nel suo intervento - è un punto di riferimento per tutti i governi dell’Unione europea e supporto indispensabile per quanto concerne la sicurezza della filiera agroalimentare. E’ stato per me un grande onore presentare come esempio questo organismo che è un vanto per la mia regione e per tutta l’Italia”. Altri interventi della senatrice Bianconi, particolarmente apprezzati dalla Signora Mubarak e votati all’unanimità da tutte le delegazioni, hanno riguardato la tratta degli esseri umani, il fenomeno dei predatori d’organi e la necessità che nei prossimi vertici vengano trattate le problematiche della salute delle donne e si avvii un nuovo percorso culturale per affermare la medicina di genere.

Sul sito www.laurabianconi.it l’intervento integrale della Senatrice Bianconi


Questa settimana Spazio libero ospita l’intervento di Roberta Rigon, che ci racconta l’incontro di domenica scorsa della Giovane Italia

Se qualcuno mi chiedesse: cos’è la Giovane Italia? La prima cosa a cui penserei sono i volti dei ragazzi con i quali ho condiviso l’attività politica in questi ultimi anni, ma anche quelli dei giovani che ho incontrato nell’ultimo anno. Penserei alla passione che mettono quando discutono di come scrivere un volantino, fare una manifestazione oppure alle motivazioni che esprimono parlando con le persone in piazza, infreddoliti dopo una giornata di banchetto, ma senza mollare!
Spesso mi chiedo cosa ci unisce, cosa può farci combattere fianco a fianco, che non sia solo l’avere la stessa età, frequentare la stessa università.
Certo, provenendo da storie anche molto diverse, può sembrare che le cose che ci dividono siano maggiori di quelle che ci uniscono. Ma è proprio questo il punto: le cose che ci dividono, che sono poi quelle che rappresentano la ricchezza della costruenda Giovane Italia, sono il valore aggiunto del movimento giovanile del PdL.
Irrinunciabile è condividere la passione per un impegno quotidiano per cambiare quello che di questo mondo non ci piace. Se avevamo due modalità di affrontare le battaglie, ora non saremo più due corpi che agiscono ognuno con la propria modalità, bensì un corpo che mette in campo una strategia più completa, un gruppo di giovani coraggiosi che agisce con due modalità diverse e complementari e, proprio per questo, si candida a guidare il paese domani… attenzione, domani, non dopodomani!!!
Sabato 20 febbraio ci siamo incontrati a Bologna per confrontarci, conoscerci, guardarci in faccia, capire se possiamo e vogliamo veramente combattere insieme per cambiare il mondo.
Ho visto giovani che non hanno paura di andare controcorrente, anzi, sono galvanizzati dalla sfida; che sacrificano, no, anzi, impiegano il loro tempo libero per urlare le verità storiche (quelle che a scuola ci vorrebbero nascondere), per conoscere il territorio e le amministrazioni, per parlare con le persone in piazza, desiderosi di costruire il futuro che inizia oggi, non domani e soprattutto giovani che non si aspettano dall’alto il “pacchettino di vita pronto” ma contribuiscono a costruirla questa vita!
Al centro la persona e da lì parte tutto! Si possono combinare garantismo e giustizialismo (parole che non mi piacciono!) perché non vogliamo processi sulla stampa, ma processi brevi, si… e chi sbaglia paghi! Legalità che è lotta alla droga ma anche condanna di chi viene in Italia per delinquere e, magari, denigra pure il paese che lo accoglie! Tradizione che è legame profondo e nessuna voglia di rinunciare alle nostre radici cristiane. Passione che è amore per la nostra patria, la nostra bandiera, la difesa della vita e la promozione della famiglia. Libertà che passa dalla verità e mette la persona in grado di esprimere se stessa, di aggiungere valore alla società.
Vogliamo dire la nostra e siamo convinti che il “partito adulto” debba ascoltarci e non possa fare senza di noi, che non possa parlare di meritocrazia senza cominciare dal fare differenze tra chi è militante e chi cerca scorciatoie. Ma, attenzione, noi non stiamo chiedendo al PdL il permesso di dire la nostra: noi la diciamo e la “facciamo”!
Forse, la Giovane Italia deve seguire più la modalità del presidente Berlusconi: non stiamo a perdere entusiasmo e spirito di collaborazione incancrenendoci in discussioni su quale sia il valore primo, ma lavoriamo gomito a gomito, magari discutiamo animatamente sul contenuto di un volantino, di una manifestazione, ma lavoriamo insieme! Partiamo dalle cose che non ci piacciono e, se abbiamo veramente coraggio, proponiamo le nostre soluzioni!
Roberta Rigon - Coordinatore Regionale Giovane Italia Emilia Romagna
 

 

 

A cura della segreteria della Senatrice Laura Bianconi
Via Uberti,14 – 47023 Cesena (FC)
tel. 0547/613927 – fax 0547/613935
www.laurabianconi.itsenatrice@laurabianconi.it

Questa newsletter vuole essere un contributo al dibattito politico e culturale nel nostro Paese. Ci scusiamo se arriva contro la tua volontà, molti dei nostri indirizzi sono presi da elenchi istituzionali e trattati secondo quando stabilito dalla L. 675/96, se non vuoi più riceverla.

clicca qui


Privacy e Note Legali
[ home ] - [ biografia ] - [ news letters ] - [ photo gallery ] - [ links ] - [ contatti ]