Laura Bianconi Vicepresidente dei Senatori del Gruppo PDL
Newsletter n. 163 del 20 febbraio 2013 Speciale Elezioni



DOMANI LAURA BIANCONI ALL’ARENA DEL SOLE DI BOLOGNA PER PARLARE DI CULTURA
“Ripartire dalla cultura”, questo il titolo dell’incontro con i candidati alle elezioni del 24-25 febbraio che si terrà domani dalle 10 alle 13 all’Arena del Sole di Bologna.
L’incontro è organizzato da Legacoop, Ater e Agis Emilia-Romagna. La senatrice laura Bianconi interverrà in rappresentanza del Pdl.

SCOUTING
Da Wikipedia: “tipico della proposta scout è lo Scouting, atteggiamento di proiezione verso l'ignoto, animato dal gusto di esplorare che spinge ad andare oltre la frontiera(ecc., ecc.)”. Bersani è così sicuro di vincere le elezioni che già si preoccupa di fare campagna acquisti negli altri schieramenti, più precisamente tra il M5S, la cui compagine si ritroverà in Parlamento senza esperienza e senza la guida del padre fondatore, che infatti non è candidato in nessuna circoscrizione. Pardon, si dice scouting, così non sembra quella brutta cosa di cui veniva accusato Berlusconi.

BUCCIA DI BANANA
Eppure un tempo ci piaceva questo dandy del giornalismo italiano, prima che si trasformasse in una zitella inacidita, sempre a ripetere che dopo 18 anni di delusioni gli italiani, e lui per primo, non potevano più fidarsi di Silvio Berlusconi. (Retropensiero perfido e cattivissimo: fosse stato messo in lista in una posizione sicura, col cavolo che avrebbe sputato tanto veleno contro il fondatore del Pdl). Comunque, ci piaceva quest’uomo che aveva fatto di sé un’icona di stile, superiore persino a Enzo Miccio, l’uomo che lancia le mode con la stessa facilità con cui i turisti lanciano il grano ai piccioni di Piazza San Marco. Quindi non possiamo credere che il candidato premier con un guardaroba che neppure Virgil Oldman sia scivolato su una quisquiglia come un Master, vero, presunto o millantato, a Chicago. Eppure qualcosa doveva dire il fatto che fosse l’unico candidato che aveva messo nel suo programma l’abolizione del valore legale del titolo di studio. Quando si dice la prevalenza dell’inconscio.

IL PROGRAMMA DEL PDL
18. Agenda digitale 2013-2017
• Piena applicazione, a ogni livello della PA, del Codice dell'Amministrazione Digitale
• Scuola: compimento progetto “Scuola 2.0”
• Rivedere i criteri per la definizione di start up innovative e creazione di zone franche urbane nei capoluoghi di provincia dotati di adeguate infrastrutture
• Libero accesso alle reti
• Realizzare il portale “Italia intelligente: il modello italiano”, dove raccogliere le migliori esperienze italiane e straniere
• Portare a compimento la strategia di Open government e Open data avviata dal governo Berlusconi nell'ottobre 2011
• Portare a compimento la realizzazione del principio generale di trasparenza assoluta della Pubblica Amministrazione, con il coinvolgimento attivo dei cittadini
• Promuovere l'utilizzo del cloud computing nella pubblica amministrazione, per ridurre i costi dell’ICT e avere capacità di erogare servizi online a tutti
• Diffondere capillarmente la banda larga e larghissima
• Fatturazione elettronica
19. Giustizia
• Separazione delle carriere tra magistrati inquirenti e giudicanti
• Vera responsabilità civile dei magistrati
• Carriera dei magistrati basata più sul merito che sulla anzianità.
• Norme più liberali e garantiste su intercettazioni
• Divieto di pubblicazione delle intercettazioni
• Inappellabilità delle sentenze di assoluzione
• Revisione e limitazione degli incarichi extragiudiziari dei magistrati
• Limitazione della carcerazione preventiva, maggior dignità per i cittadini detenuti e incentivazione del lavoro nelle carceri
• Piena e totale implementazione dell’informatizzazione della giustizia e processo telematico
• Riduzione dei tempi della giustizia civile, penale e tributaria
• Attuazione del giusto processo, con pari dignità tra accusa e difesa
• Potenziamento della legislazione sui reati contro il patrimonio (furti in appartamenti e ville, rapine)
• Istituzione di una sezione distaccata del Consiglio di Stato al Nord
20. Sicurezza
• Prosecuzione dell’opera del Governo Berlusconi nel contrasto totale alla criminalità organizzata e piena e totale implementazione dell’Agenzia per i beni confiscati
• Incremento della lotta per la legalità, per il contrasto ai fenomeni della immigrazione clandestina, della criminalità predatoria
• Potenziamento delle forze dell’ordine, assicurando il massimo sostegno sia economico che logistico e attuando la specificità per gli operatori della sicurezza
• Realizzazione di un efficace presidio del territorio, attraverso il coinvolgimento di regioni ed enti locali nei “Patti territoriali per la sicurezza”
• Valorizzazione della risorsa tecnologica sia per le forze dell’ordine sia incentivando i privati e gli enti locali
• Rafforzamento degli accordi bilaterali fra stati per l’attuazione di politiche di rimpatrio effettivo degli immigrati clandestini e definizione degli accordi bilaterali per scontare la pena detentiva nei paesi d’origine
• Nuova legislazione per combattere il degrado nelle aree metropolitane e incentivazione della cooperazione tra tutte le forze di polizia presenti con programmi di prevenzione situazionale
• Maggiore impegno dello Stato sul fronte del reintegro sociale di chi è sinceramente intenzionato a cambiare condotta e a scegliere in maniera definitiva la via della legalità


 

 

 

A cura della segreteria della Senatrice Laura Bianconi
Via Uberti,14 – 47023 Cesena (FC)
tel. 0547/613927 – fax 0547/613935
www.laurabianconi.itsenatrice@laurabianconi.it

Questa newsletter vuole essere un contributo al dibattito politico e culturale nel nostro Paese. Ci scusiamo se arriva contro la tua volontà, molti dei nostri indirizzi sono presi da elenchi istituzionali e trattati secondo quando stabilito dalla L. 675/96, se non vuoi più riceverla.

clicca qui


Privacy e Note Legali
[ home ] - [ biografia ] - [ news letters ] - [ photo gallery ] - [ links ] - [ contatti ]