Laura Bianconi Vicepresidente dei Senatori del Gruppo PDL
Newsletter n. 164 del 21 febbraio 2013 Speciale Elezioni



DOMANI A FORLI’ INCONTRO PUBBLICO CON ON. CICCHITTO
“Il programma del Pdl per il bene dell’Italia”. E’ questo il tema dell’incontro pubblico che si terrà domani 22 febbraio, alle ore 11,00, all’Hotel della Città di Forlì. Saranno presenti il Coordinatore provinciale Stefano Gagliardi, la senatrice Laura Bianconi e l’onorevole Fabrizio Cicchitto.

IMU E TICKET
Se Berlusconi promette di togliere l’IMU dalla prima casa e di restituire quella pagata nel 2012, compra i voti degli italiani con i soldi degli italiani, e questo è un reato. Se Bersani promette di eliminare il ticket sulle visite specialistiche, definito “odiosa tassa”, sta semplicemente rimodulando la spesa sanitaria a tutela di chi è più svantaggiato. Alla faccia della coerenza intellettuale e linguistica.

AUTOENDORSEMENT
In effetti, dopo i primi autorevoli endorsement (ma questo era ancora ai tempi in cui stava decidendo se salire o scendere in politica), non è che sia poi arrivata una valanga di attestati in favore di Mario Monti e della sua Scelta Civica. Anche perché l’inclito professore mica si accontenta del primo endorsement che capita, devono avere adeguato lignaggio. Per cui, forse un po’ sofferente per il fatto che sul palco con Beppe Grillo sia andato nientemeno che un Premio Nobel, ha pensato bene di dire in giro che alla Cancelliera tedesca non piaceva l’idea del Pd al governo. Storiche e consolidate amicizie sono andate in frantumi per molto meno. Comunque è stato uno spasso vederlo costretto a correggere le sue affermazioni.

USCIRE FUORI CON LE MANI ALZATE
Non è che si capisca molto che idea abbia Beppe Grillo della democrazia e della nostra Costituzione, o meglio è così evidente che il cervello di una persona mediamente appassionata di politica lo censura immediatamente. Comunque, in questi giorni il suo mantra, ovviamente rivolto ai già politici, è: “uscite fuori con le mani alzate”. Posto che in questi giorni i palazzi del potere sono vuoti, come dovrà avvenire l’insediamento del nuovo Parlamento? Con gli esponenti del M5S asserragliati all’interno di Camera e Senato per impedire l’ingresso al resto dei peones, tutti ugualmente colpevoli e compromessi, o viceversa se ne staranno fuori a urlare “uscite fuori con le mani alzate”? Non si tratta appena di essere più o meno suscettibili per una battuta ad effetto. La Costituzione e le Istituzioni da essa stabilite sono una cosa seria, e non possono essere ridotte al canovaccio di uno spettacolo comico.

IL PROGRAMMA DEL PDL
21. Cultura, sport e spettacolo
• Non può esserci un taglio indiscriminato delle risorse pubbliche, ancora essenziali nel settore, ma neppure una irragionevole chiusura all’apporto dei privati
• Finalizzare gli introiti prodotti dai beni culturali agli investimenti sulla cultura
• Valorizzare “l’esistente invisibile”: i musei italiani svuotino le cantine
• Avviare la sperimentazione dell’affidamento in concessione ai privati dei musei più in difficoltà
• Riforma organica della fiscalità delle associazioni sportive dilettantistiche per la
promozione dello sport di base
• Agevolazioni fiscali per investimenti di privati nella costruzione di impianti sportivi di riconosciuto interesse generale
• Separazione tra cultura e spettacolo nell’assegnazione di risorse pubbliche
22. Grande attacco al debito pubblico. Far dimagrire lo Stato, i cittadini danno già troppo: per la sostenibilità delle proposte programmatiche sopra esposte
• In 5 anni, rapporto debito-Pil sotto quota 100%
• Attacco complessivo al debito pubblico da 400 miliardi, basato su: vendita di immobili pubblici; messa sul mercato anche di partecipazioni azionarie pubbliche sia statali che locali; valorizzazione delle concessioni demaniali; convenzioni fiscali con la Svizzera per le attività finanziarie detenute in quel Paese
• Tendenziale dimezzamento degli oneri del servizio del debito in 5 anni
• Costituzione di un grande fondo obbligazionario a cui lo Stato conferisca parte del suo patrimonio pubblico
• A tutela degli interessi nazionali, rigoroso criterio di reciprocità con gli altri Paesi, per evitare attacchi a danno delle aziende strategiche; privatizzare sì, svendere no
23. Piano di attacco alla spesa pubblica eccessiva e
improduttiva
• Intervento di forte riduzione della spesa pubblica, per un risparmio di almeno 16 miliardi all’anno
• Riduzione di una quota pari al 3% delle attuali Tax expenditures
• Ogni legge di spesa deve avere una scadenza (Sunset legislation)




 

 

 

A cura della segreteria della Senatrice Laura Bianconi
Via Uberti,14 – 47023 Cesena (FC)
tel. 0547/613927 – fax 0547/613935
www.laurabianconi.itsenatrice@laurabianconi.it

Questa newsletter vuole essere un contributo al dibattito politico e culturale nel nostro Paese. Ci scusiamo se arriva contro la tua volontà, molti dei nostri indirizzi sono presi da elenchi istituzionali e trattati secondo quando stabilito dalla L. 675/96, se non vuoi più riceverla.

clicca qui


Privacy e Note Legali
[ home ] - [ biografia ] - [ news letters ] - [ photo gallery ] - [ links ] - [ contatti ]