Laura Bianconi Vicepresidente dei Senatori del Gruppo PDL
Newsletter n. 7 del 23 marzo 2010 - Speciale elezioni

In Commissione
Affari Costituzionali
Istituzione dell’agenzia nazionale per i beni sequestrati alla criminalità organizzata
Difesa
Istituzione della Forza di Gendarmeria europea
Semplificazione
Riordino dell’Istituto nazionale di statistica (ISTAT)

In Aula
Interventi urgenti concernenti enti locali e regioni

Mancano pochi giorni alle elezioni regionali e in vista di questo importante appuntamento Spazio di Libertà modifica la consueta impaginazione per fare proprio l’appello al voto del Senatore Maurizio Gasparri, Presidente del Gruppo PdL. E’ un richiamo autorevole e importante a non lasciare nulla di intentato per convincere un amico, un conoscente, un collega di lavoro a fare la scelta giusta.

Domenica 28 e lunedì 29 marzo si vota per il rinnovo di tredici amministrazioni regionali. In alcune di esse il Popolo della Libertà deve riaffermare la propria indiscussa maggioranza. Penso alla Lombardia, dove la Giunta di centrodestra ha in questi anni dato prova di compattezza ed efficacia facendo di quello lombardo un modello di efficienza cui molti governatori ambiscono. Non così, tuttavia, nella maggior parte delle regioni, dove amministrazioni di centrosinistra hanno per anni retto intere regioni con risultati catastrofici. E' il caso della Campania sprofondata in un mare di rifiuti dopo il bluff del rinascimento bassoliniano, alla regione Lazio finita in uno scandalo a base di cocaina e transessuali o alla Puglia vergognosamente segnata da inchieste infinite sulla sanità, barche di tangenti e tintinnare di manette.
Il nostro obiettivo è chiaro: segnare una svolta proprio in quelle regioni 'rosse', feudi di una sinistra clientelare e senza scrupoli i cui disastri sono tanto evidenti quanto pesanti. Forti del nostro buon governo nazionale, delle riforme avviate, dei risultati straordinari ottenuti quando è stato necessario fronteggiare emergenze quali quella dei rifiuti in Campania e ancora di più quella del terremoto in Abruzzo, sicuri di aver sempre agito nell'interesse del paese sulle tematiche della sicurezza, della lotta alla criminalità organizzata, in difesa della salute e della vita, affrontiamo questa importante tornata elettorale con l'impegno e la determinazione di chi sa di avere gli strumenti e la compattezza per dare un volto nuovo alle regioni.
Ed allora faccio mie le parole del presidente Berlusconi che dal palco della grande manifestazione di sabato 20 marzo da Piazza San Giovanni a Roma ha invitato tutti ad andare a votare per difendere la democrazia e la libertà, per avere un'Italia sicura, che lotta contro la mafia, che apre le braccia agli immigrati regolari che hanno voglia di integrarsi ma non tollera chi entra nel nostro paese per delinquere e portare prostituzione.
Non diamo nulla per scontato. Ma sconfiggiamo il male oscuro dell'astensionismo tornando al passa parola, coinvolgendo amici e conoscenti, ricordando loro che hanno tra le mani la più grande possibilità di partecipare con uno strumento democratico al governo del territorio.
Vinciamo le resistenze. Abbiamo le idee chiare e programmi seri. Più infrastrutture, una sanità pubblica ma che sia amministrata da manager capaci. Sicurezza nelle città, piano casa e regole urbanistiche a tutela dell'ambiente.
Al nostro popolo, al quale anche tu appartieni, diamo la garanzia della coerenza e della volontà di agire. Aiutaci anche tu a far vincere il governo del fare.
(Sen. Maurizio Gasparri – Presidente del Gruppo PdL)


Questa settimana Spazio libero è dedicato ai tanti candidati del PdL che, ca va sans dire, sono i più bravi, i più belli, i più meritevoli. Per tutti il più caloroso in bocca al lupo. Ma tra i tanti che ritorneranno, o che siederanno per la prima volta, sui banchi delle varie Assemblee elettive non ci sarà l’amico Gianni Varani, per due legislature impegnato nel Consiglio regionale dell’Emilia Romagna. Ha scelto di non ricandidarsi e per ora non ha ancora svelato i suoi progetti futuri. Di sicuro, qualunque avventura lo attenda, vi si dedicherà con la passione e la serietà che hanno contraddistinto il suo impegno in Consiglio regionale. Di sicuro mancherà a tutti. Questo è il suo saluto.

Caro Amico, Cara Amica,
come ho avuto modo di annunciare in varie occasioni, dopo ben due legislature non mi ricandido alle elezioni regionali nella lista proporzionale del collegio bolognese. Lo faccio perché ritengo giusto un rinnovamento reale della classe politica e perché voglio testimoniare che non ho fatto certamente politica per la poltrona. In questi anni mi sono battuto per un ideale di politica come servizio alla società ed al bene comune, spendendo energie e proposte per scuola, sanità, sociale, volontariato, mondo delle imprese e per una diversa e nuova solidarietà, così come mi sono impegnato per la difesa della vita e della famiglia, per la parità scolastica e per aiutare i cittadini alle prese con le storture della burocrazia. Ho presenziato, in due legislature, a tutte le sedute del Consiglio regionale, nessuna esclusa, ed ho presentato decine di leggi (tre di queste sono state approvate, tra cui la legge a sostegno dei banchi alimentari che recuperano alimenti a favore degli indigenti). In una parola, ho lavorato per quel cambiamento fondamentale a favore della società civile e di una sempre maggiore libertà che si chiama sussidiarietà. Tutto questo patrimonio di impegno verrà certamente raccolto dai tanti amici impegnati in politica che condividono come scopo del proprio impegno un ideale di libertà e sussidiarietà, che è anche e deve essere il cuore politico ideale del Popolo della Libertà.
Con stima e cordialità
Gianni Varani
 

 

 

A cura della segreteria della Senatrice Laura Bianconi
Via Uberti,14 – 47023 Cesena (FC)
tel. 0547/613927 – fax 0547/613935
www.laurabianconi.itsenatrice@laurabianconi.it

Questa newsletter vuole essere un contributo al dibattito politico e culturale nel nostro Paese. Ci scusiamo se arriva contro la tua volontà, molti dei nostri indirizzi sono presi da elenchi istituzionali e trattati secondo quando stabilito dalla L. 675/96, se non vuoi più riceverla.

clicca qui


Privacy e Note Legali
[ home ] - [ biografia ] - [ news letters ] - [ photo gallery ] - [ links ] - [ contatti ]