Laura Bianconi Vicepresidente dei Senatori del Gruppo PDL
Newsletter n. 218 del 4 marzo 2014

In Commissione
AFFARI COSTITUZIONALI
Equilibrio di genere elezioni Parlamento europeo
Province e città metropolitane
Accoglienza persone con esigenze particolari
Province e città metropolitane
Cittadinanza
AFFARI ESTERI
Comunicazioni del Governo sui recenti sviluppi in Ucraina
Incontro informale con l'Ambasciatore d'Italia in India, Daniele Mancini
Seguito dell'indagine conoscitiva sulla presidenza italiana del Consiglio dell'Unione europea del secondo semestre 2014: audizione di europarlamentari italiani
Disciplina generale cooperazione internazionale per lo sviluppo
Ratifica protocolli e accordi internazionali
BILANCIO
Disposizioni in materia di regioni, trasporto locale, seggi elettorali, calamità, aziende sanitarie
Automatismi stipendiali personale della scuola
Ineleggibilità ed incompatibilità dei magistrati. Magistrati cessati da cariche politiche
Otto per mille Irpef 2013
FINANZE E TESORO
Indagine conoscitiva sugli organismi della fiscalità e sul rapporto tra contribuenti e fisco
Audizione dei rappresentanti di CONFINDUSTRIA
Audizione dei rappresentanti del Consiglio di Presidenza della Giustizia tributaria
Audizione dei rappresentanti della Banca d'Italia
Audizioni dei rappresentanti di RETE Imprese Italia
Disposizioni in materia di regioni, trasporto locale, seggi elettorali, calamità, aziende sanitarie
Disposizioni in materia di regioni, trasporto locale, seggi elettorali, calamità, aziende sanitarie
ISTRUZIONE PUBBLICA
Automatismi stipendiali personale della scuola
Riparto spesa MIUR 2013 per contributi ad enti
Disposizioni in materia di regioni, trasporto locale, seggi elettorali, calamità, aziende sanitarie
Professioni beni culturali
Mandati CONI e federazioni
Sistema integrato di educazione e istruzione 0-6 anni
Prerogative del nuovo Istituto per la tutela dei diritti degli artisti interpreti esecutorio
LAVORI PUBBLICI, COMUNICAZIONI
Disposizioni in materia di regioni, trasporto locale, seggi elettorali, calamità, aziende
Revisione del Corpo delle capitanerie di porto
Sanzioni relative a obblighi dei passeggeri nel trasporto ferroviario
Privatizzazione Poste S.p.A.
Privatizzazione Enav S.P.A.
AGRICOLTURA
Seguito dell'indagine conoscitiva sul fenomeno delle frodi nel settore agroalimentare: audizione di rappresentanti della Confederazione produttori agricoli
Esame congiunto (COM (2014) 4 def.) (modifica alla normativa zootecnica) e (COM (2014) 5 def.) (importazione nell'Unione di animali riproduttori e del loro materiale germinalr
Relazione programmatica partecipazione dell'Italia all'Unione Europea 2014
Audizione informale di rappresentanti dell'Associazione produttori di piante in coltura protetta (ASSOPLANT) sui riflessi sul settore della serricoltura della normativa sulla cessione dei prodotti agricoli e agroalimentari




In Aula
Proroga missioni internazionali
Automatismi stipendiali personale della scuola
Disposizioni in materia di Regioni, trasporto locale, seggi elettorali, calamità, aziende sanitarie
Introduzione del reato di tortura nel codice penale
Ineleggibilità e incompatibilità dei magistrati e magistrati cessati da cariche politiche
Mozioni sulla riorganizzazione della rete diplomatico-consolare

LEGGE ELETTORALE, RIPRENDE L’ITER ALLA CAMERA
Concordiamo che sia prioritario concludere l’iter della legge elettorale ma questo non deve portare a un risultato pasticciato che nella sua applicazione porterà danni peggiori a quelli a cui dobbiamo porre rimedio ora”. Lo afferma la senatrice Laura Bianconi, vice presidente vicario del gruppo Ncd.  “Soprattutto – continua Bianconi – riteniamo fondamentale che la nuova legge elettorale non sia disgiunta dal percorso di revisione costituzionale relativo al superamento del bicameralismo perfetto. Quindi no a decisioni frettolose che non tengano conto delle raccomandazioni contenute nella sentenza della Corte Costituzionale”.

BIELORUSSIA, UNA POLVERIERA A CHE L’EUROPADEVE DISINNESCARE
Osservando i recenti avvenimenti che hanno acuito la crisi dei rapporti tra Bielorussia e Russia viene spontaneo riandare con la memoria ai romanzi di Mikhaijl Bulgakov, il grande scrittore vissuto a Kiev”. Inizia così il commento della senatrice Laura Bianconi riguardo il precipitare degli avvenimenti degli ultimi giorni. “L’impegno dell’Europa sarà fondamentale per riportare la stabilità in un'area che è strategica, prima che per gli interessi economici, per gli equilibri politici mondiali. Per questo dovremo dare prova di unità e coesione e offrire proposte concrete e praticabili che salvaguardino il diritto all’autodeterminazione di ogni popolo e il rispetto delle regole.”

LA GRANDE BELLEZZA CI FA VINCERE L’OSCAR
“Non si può caricare un film di troppe responsabilità, ma è indubbio che l’Oscar come miglior film straniero assegnato a ‘La grande bellezza’ faccia nascere in tutti gli italiani l’orgoglio per un risultato prestigioso e la consapevolezza che la nostra cultura e la nostra capacità di fare sono ancora in grado di fare la differenza, anche quando dobbiamo competere con paesi che dispongono di risorse economiche superiori alle nostre. 'La grande bellezza' è dunque una sferzata di energia che ci deve far guardare ai nostri problemi con più positività e fiducia nelel nostre forze”.
Questo il commento della senatrice Laura Bianconi sull'Oscar assegnato al film italiano.

MALATTIE RARE: LAURA BIANCONI CHIEDE CHE IL NUOVO PATTO DELLA SALUTE RILANCI LA BATTAGLIA
"La giornata delle malattie rare non deve essere solo un momento per ricordare in maniera stanca un dramma, ma piuttosto l'occasione per rilanciare la politica sanitaria in questo settore. Oggi in Italia ci sono 2 milioni di pazienti per circa 7mila patologie, un numero esiguo che molte volte non garantisce un'adeguata attenzione. Ed invece da questi numeri si deve partire, affinché prima della firma del nuovo Patto sulla Salute si intervenga per rafforzare la lotta contro le malattie rare. In questo senso è necessario inserire con celerità i farmaci nel Prontuario delle Regioni dopo la contrattazione in ambito Aifa. Infatti i ritardi nella diffusione e disponibilità di questi farmaci creano gravi problemi e disagi ai malati. Così nello stesso tempo bisogna migliorare la rete dei centri diagnosi e cure, insieme ad interventi normativi che riducano i vincoli che oggi non favoriscono chi decide di curarsi all'estero. Perciò la giornata delle malattie rare sia uno stimolo per migliorare i servizi e le forme di assistenza a quei malati che non solo soffrono, ma sopportano anche il peso di una malattia poco diffusa e per questo meno assistita”.
Questo il comunicato diffuso dalla senatrice Laura Bianconi nell'occasione della Giornata mondiale delle malattie rare.

SANITA’, CONSIGLIO DEI MINISTRI APPROVA DIRETTIVA UE SU MEDICINA TRANSFRONTALIERA
Il Consiglio dei Ministri ha approvato il Decreto legislativo di recepimento della direttiva 2011/24/UE relativa all’assistenza sanitaria transfrontaliera. La Direttiva elimina gli ostacoli che impediscono ai pazienti di curarsi in altri Paesi UE, formalizzando il diritto di recarsi in uno Stato membro diverso da quello di appartenenza per curarsi ed ottenere, al proprio rientro, il rimborso delle spese sostenute. Il provvedimento integra i vigenti regolamenti comunitari eliminando la necessità di autorizzazione preventiva, al di fuori di casi eccezionali, e consente di poter richiedere assistenza sanitaria presso altri Stati dell’Unione europea, con alcune limitate esclusioni (l’assistenza a lungo termine, nonché quella relativa all’assegnazione e accesso agli organi ai fini dei trapianti e quella relativa ai programmi pubblici di vaccinazione contro le malattie contagiose). Un provvedimento di cui abbiamo già ampiamente dato conto nelle newsletter precedenti essendo stata la senatrice Laura Bianconi la relatrice in Commissione Igiene e Sanità. “Come ha dichiarato il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin – sottolinea la senatrice Laura Bianconi - la direttiva sulle cure transfrontaliere conferisce al tema della mobilità sanitaria internazionale un impulso senza precedenti. L’apertura al libero mercato pone inevitabilmente in concorrenza i differenti sistemi nazionali, rappresentando al contempo un’opportunità di sviluppo ed una sfida per il nostro Servizio sanitario nazionale. Se da un lato infatti – continua Bianconi – ci aspettiamo che sempre più pazienti stranieri vengano a curarsi nelle strutture sanitarie italiane, dall’altro dovremo essere in grado di valorizzare i nostri centri di eccellenza. Sarà una sfida importante, ma ci sono tutte le premesse per vincerla e offrire ai cittadini un Servizio sanitario sempre più rispondente alle loro necessità”.


Leggera o pesante è sempre droga. E fa male. Per questo ha destato molte perplessità la sentenza della Corte Costituzionale che ha abrogato due articoli della legge Fini-Giovanardi. Per questo ospitiamo con grande piacere il commento diretto del senatore Giovanardi che ci aiuta a comprendere il guazzabuglio giuridico che si è creato.

LA LEGGE FINI-GIOVANARDI E LA SENTENZA DELLA CONSULTA
La grande confusione mediatica sulla decisione della Corte Costituzionale di abrogare due articoli della legge che porta il mio nome, mi induce ad offrire al lettore alcune doverose precisazioni.
Nel dicembre del 2005, accogliendo un pressante invito degli operatori, raccolto alla Conferenza nazionale sulla droga a Palermo il Consiglio dei ministri varò un decreto legge per correggere gli effetti della legge cosiddetta Cirielli sui tossicodipendenti che per la recidiva di piccoli reati rischiavano di subire pene sproporzionatamente alte.
Nello stesso decreto, erano contenute anche norme sulle Olimpiadi a Torino, tanto è vero che il decreto stesso portava esplicitamente nel titolo un riferimento sia alle Olimpiadi che alla tossicodipendenza.
Nel disegno di legge di conversione vennero inseriti altri articoli in tema di tossicodipendenza già discussi per due anni in commissione sanità del Senato e alla conferenza di Palermo.
Questa legge è entrata in vigore all’inizio del 2006, mentre soltanto nel 2007 la Corte Costituzionale ha fissato criteri più restrittivi per gli emendamenti presentati nelle leggi di conversione.
Per otto anni nessun Parlamento né Governo di Centrodestra, Centrosinistra o Tecnico ha ritenuto di dover modificare la legge, e per otto anni, malgrado i ripetuti tentativi, nessun magistrato ha inviato gli atti alla Corte per contrasto con l’art. 77 della Costituzione. (Mancanza di requisiti di necessità e urgenza).
L'avvocato Porcelli, autodefinitosi fortunato, c’è finalmente riuscito e la Corte Costituzionale mercoledi 12 febbraio ha confermato 21 dei 23 articoli in tema di tossicodipendenze, aggiunti nella legge di conversione, e ne ha cassati due, sempre in tema di tossicodipendenze, con una scelta discrezionale che a mio parere spetterebbe al Parlamento e non alla Corte.
Sulla base dei principi di consecuzio temporum e di analisi logica che ci insegnavano al liceo vorrei che qualcuno mi spiegasse come avrebbe potuto il Governo in quella mattina del dicembre 2005 prevedere che due anni dopo la Corte avrebbe cambiato giurisprudenza.
Un cambio che è arrivato sino al punto di di poter annullare non soltanto norme aggiunte in materie estranee al decreto, ma addirittura andando a sindacare tra quelle della stessa materia le salvabili dalle condannabili.
A meno che, in ossequio ad una ottusa e cavillosa visione burocratica della legislazione secondo la Corte sarebbe stato sufficiente che il Governo quel mattino invece che un solo decreto legge, ne avesse varati due, uno per le Olimpiadi e uno per le tossicodipendenze.
(Sen. Carlo Giovanardi – Gruppo Ncd)
 

 

 

A cura della segreteria della Senatrice Laura Bianconi
Via Uberti,14 – 47023 Cesena (FC)
tel. 0547/613927 – fax 0547/613935
www.laurabianconi.itsenatrice@laurabianconi.it

Questa newsletter vuole essere un contributo al dibattito politico e culturale nel nostro Paese. Ci scusiamo se arriva contro la tua volontà, molti dei nostri indirizzi sono presi da elenchi istituzionali e trattati secondo quando stabilito dalla L. 675/96, se non vuoi più riceverla.

clicca qui


Privacy e Note Legali
[ home ] - [ biografia ] - [ news letters ] - [ photo gallery ] - [ links ] - [ contatti ]