Laura Bianconi Vicepresidente dei Senatori del Gruppo PDL
Newsletter n. 229 del 30 aprile 2014



ELEZIONI: LA CAMPAGNA ELETTORALE ENTRA NEL VIVO
Dopo la fase della presentazione delle liste la campagna elettorale è entrata nel vivo e Spazio di libertà diventa uno spazio aperto per tutti gli amici che sono impegnati, in prima persona o come supporter, in questa campagna elettorale. Vi terremo informati sulle diverse iniziative che verranno organizzate, daremo il nostro contributo per farvi conoscere meglio i candidati, con un’attenzione speciale alla Romagna.

SAVE THE DATE: IL MINISTRO LUPI A CESENA E FORLI’
Domenica 4 maggio ore 19,00, a Cesena
presso il Bar Cantera (di fianco al Teatro Bonci), il ministro Maurizio Lupi si intratterrà per un aperitivo con i candidati del centrodestra impegnati nelle elezioni amministrative.
Domenica 4 maggio alle ore 20,30, a Forlì presso l’Hotel della Città (Corso della Repubblica 117), incontro pubblico con aperitivo buffet “Per un’Europa più vicina alla gente”. Interverranno on. Maurizio Lupi, ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Alessandro Rondoni, candidato alle Elezioni Europee sen. Laura Bianconi e on. Sergio Pizzolante.

ELEZIONI AMMINISTRATIVE FORLI’: ecco la lista “NOI FORLIVESI” che sostiene il candidato sindaco Anna Rita Balzani
Ascari Raccagni
Alessandra, Bandini Rita, Berretti Silvia, Buffadini Anna Roberta, Casara Paola, Caselli Benedetta, Mazza Nadia, Mignogna Lorella, Petroni Elisa, Prati Giovanna, Rossi Maria Barbara, Vitali Sonia, Amadori Franco, Anconelli Giordano, Balzani Gabriele, Belotti Leonardo, Benericetti Bruno, Calamassi Pier Luigi, Ceredi Loris, Collina Adriano, Fasciano Giovanni Battista, Forgnone Pietro, Ghini Giovanni Battista, Gigliotti Marco, Gurioli Fabio, Lombardi Carlo, Misirocchi Maurizio, Montalti Raffaele, Rivizzigno Giacomo, Sampieri Angelo, Tassinari Giancarlo, Zammarchi Filippo.

ELEZIONI AMMINISTRATIVE CESENA: ecco la lista NUOVO CENTRODESTRA-UDC che sostiene il candidato sindaco Gilberto Zoffoli
Spinelli
Stefano, Campanini Silvia, Amadori Marco, Babbi Barbara, Bernardini Giovanni, Bianconi Daniele, Campana Eugenio, Capristo Antonio Domenico, Crociani Francesco, Fabbri Elena, Fiori Giorgio, Fiumana Elena, Fiumana Lorenzo, Gazzoni Elisa, Gianessi Giorgio, Novelli Sauro, Pirini Casadei Dino, Pulici Domenico, Ragonesi Filippo, Scarpellini Elisa, Taioli Agnese, Torti Maria Angela, Turroni Luciano, Zamagni Roberta.


Quando la politica è innanzi tutto testimonianza, quando ci si impegna per un ideale, quando si è disposti a mettersi in gioco e a rischiare. Ce lo dice il ministro Maurizio Lupi e vale, ovviamente, per tutti coloro che sono impegnati in questa campagna elettorale.

MAURIZIO LUPI: ECCO PERCHE’ MI CANDIDO ALLE ELEZIONI EUROPEE
Cari amici,
sono candidato come capolista per la circoscrizione Nord Ovest (Lombardia, Piemonte, Liguria, Valle d’Aosta) per il Nuovo Centrodestra alle elezioni per il Parlamento europeo.
Penso che sia ora di cambiare il ritornello stanco che ci sentiamo ripetere da anni: “Ce lo chiede l’Europa”.
Noi che cosa chiediamo all’Europa? E soprattutto: che cosa possiamo dare all’Europa perché l’Europa ritrovi se stessa?
Muoviamoci! Insieme.
E’ lo slogan che ho scelto per la mia campagna elettorale. Muoviamoci non è una cosa che si possa chiedere a un partito o a una struttura, a muoversi può essere solo la persona. È un invito a ciascuno di noi.
Muoviamoci! Per che cosa?
Perché c’è una nuova Italia che sta cercando di cambiare e di uscire dalla crisi. Serve una nuova Europa, che torni a respirare lo spirito che l’ha fatta nascere.
Che cosa accomuna oggi l’Italia e l’Europa? La coscienza che quello che c’è in gioco in questo momento è il bene comune. Non gli interessi dell’uno o dell’altro.
Una nuova Europa può nascere da qui. Perché, diciamolo chiaro: l’Europa di oggi non ci piace. L’Europa dei tecnocrati e dei burocrati ha più interesse al potere ragionieristico dei suoi palazzi che al benessere dei 500 milioni di cittadini che la abitano. Un’Europa così ha perso la sua ragion d’essere.
Bisogna muoversi per cambiare un modo d’essere dell’Europa che non entusiasma più nessuno.
Esattamente come successo in Italia, bisogna muoversi per sconfiggere scetticismi e rassegnazione, per valorizzare quelle famiglie che hanno fatto fronte alla crisi, quegli insegnanti che non si rassegnano allo status quo e accettano la sfida del rischio educativo, quelle imprese che resistono senza licenziare, quei giovani che hanno il coraggio di nuove avventure di studio e lavorative, quel grande mondo del non profit che ha innovato e rinnovato il welfare Il Nuovo Centrodestra è nato per questo. Di fronte a chi giocava allo sfascio o passava il tempo a lamentarsi, il Nuovo Centrodestra ha scommesso sulla responsabilità, e innanzitutto sulla responsabilità personale.
Abbiamo oggi la possibilità di rinnovare l’esperienza dei padri fondatori dell’Europa, che dopo la guerra ritrovano nell’interesse comune – la pace come condizione per la difesa delle dignità della persona, e insieme condizione dello sviluppo e della ripresa – le ragioni per ripartire.
La pace non è conquistata una volta per tutte: oggi alle armi abbiamo sostituito le lotte economiche, ma non illudiamoci che la guerra sia un’esperienza definitivamente alle nostre spalle; quanto sta succedendo in Ucraina ce lo dimostra.
Solo una nuova Europa, forte e solidale, sarà capace di sostenere la società civile che ha così coraggiosamente manifestato in piazza Maidan a Kiev.
Muoviamoci! Insieme.
Perché non c’è altra alternativa. La storia europea ce lo insegna. L’abbiamo visto anche nel 1989, nella testimonianza di Vaclav Havel in Cecoslovacchia, che parlò del “potere dei senza potere”. Uomini come lui o come Lech Walesa hanno mostrato che il protagonista del cambiamento della storia è l’io, il singolo uomo che decide di dire basta alla menzogna e di non rinunciare alla verità. Così un elettricista polacco ha creato un movimento di uomini e di donne che ha fatto venire giù il muro.
Io ho accettato di guidare la lista del Nuovo Centrodestra perché siamo in un momento storico in cui tutti devono giocarsi tutto: per una nuova Italia e per un’Europa dei popoli.
Chi fa politica per passione al bene comune deve testimoniarlo, è l’unico modo per non lasciare campo aperto a chi si muove solo per calcolo, sfruttando la rabbia della gente.
Il primo risultato utile sarà se in Europa avranno più spazio i partiti che in Italia hanno cercato di cambiare la situazione oppure se vincerà il populismo pessimista di Grillo e l’anti-europeismo di bassa lega. Il primo test che qualcosa è scattato non è se a Strasburgo andrò io o qualche altro candidato, ma se a vincere sarà la responsabilità o lo sfascismo.
In una situazione simile chiunque ha qualcosa da dare deve mettersi in gioco.
(www.mauriziolupi.it)
 

 

 

A cura della segreteria della Senatrice Laura Bianconi
Via Uberti,14 – 47023 Cesena (FC)
tel. 0547/613927 – fax 0547/613935
www.laurabianconi.itsenatrice@laurabianconi.it

Questa newsletter vuole essere un contributo al dibattito politico e culturale nel nostro Paese. Ci scusiamo se arriva contro la tua volontà, molti dei nostri indirizzi sono presi da elenchi istituzionali e trattati secondo quando stabilito dalla L. 675/96, se non vuoi più riceverla.

clicca qui


Privacy e Note Legali
[ home ] - [ biografia ] - [ news letters ] - [ photo gallery ] - [ links ] - [ contatti ]