Laura Bianconi Vicepresidente dei Senatori del Gruppo PDL
Newsletter n. 289 del 5 maggio 2015

In Commissione
AFFARI COSTITUZIONALI
Documento di economia e finanza
Carta europea lingue regionali o minoritarie
Commissione nazionale diritti umani
Modifiche Statuto regione Friuli-Venezia Giulia
Parità di genere nei Consigli regionali
Audizione informale Capo dipartimento libertà civili e immigrazione prefetto Mario Morcone
Contrasto alla criminalità organizzata
GIUSTIZIA
Contrasto all'omofobia e alla transfobia
Tribunale della famiglia
Magistratura onoraria
Amnistia e indulto
AFFARI ESTERI
Carta europea lingue regionali o minoritarie
Ratifica accordi internazionali
Atto comunitario n. 59 ("Verso una nuova politica europea di vicinato"
Introduzione del delitto di tortura nell'ordinamento italiano
Pacchetto Unione dell'energia
BILANCIO
Fondo europeo per gli investimenti strategici
ISTRUZIONE PUBBLICA
Novantesimo anniversario della morte di Giacomo Matteotti
Statizzazione ex istituti musicali pareggiati
Riparto contributi enti vigilati MIBACT 2015
Valorizzazione qualità architettonica
Statizzazione ex istituti musicali pareggiati
Mandati CONI e federazioni sportive
Proposta di indagine conoscitiva sui luoghi dell'abbandono
Audizione Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca sulle questioni connesse all'accesso alla formazione universitaria e post-universitaria in medicina
AGRICOLTURA
Audizione informale di rappresentanti della Gestione Commissariale attività ex Agensud sul tema delle infrastrutture irrigue e delle condizionalità ambientali, con particolare riferimento alle criticità connesse all’attuazione del Programma Irriguo Nazionale
Seguito esame affare su revisione macchine agricole e formazione operatori
Seguito esame affare effetti su comparto agricolo da diffusione punteruolo rosso
Seguito esame ddl n. 1641 e petizione attinente n. 380 (agrumeti caratteristici)
Seguito esame ddl n. 1728 (biodiversità agraria e alimentare)
Seguito esame congiunto ddl nn. 1568 e 205 (agricoltura sociale)
Seguito esame congiunto ddl nn. 313 e 926 (dieta mediterranea)
INDUSTRIA COMMERCIO TURISMO
Audizione informale di rappresentanti del Fondo strategico italiano (FSI) sulle politiche di investimento del Fondo strategico
Audizione informale di rappresentanti di FederPetroli Italia, nell'ambito dell'esame congiunto degli atti comunitari nn. 60, 61 e 62 - pacchetto "Unione dell'energia"
Procedure informative - Indagine conoscitiva sui prezzi dell'energia elettrica e del gas come fattore strategico per la crescita del Paese: audizione di rappresentanti dell'Autorità per l'energia elettrica il gas e il sistema idrico
LAVORO PREVIDENZA SOCIALE
Audizione sugli atti del Governo n. 157 (schema d.lgs misure di conciliazione su esigenze di cura, vita e lavoro) e n. 158 (schema d.lgs tipologie contrattuali e revisione della disciplina delle mansioni)
SANITA’
Relazione programmatica partecipazione Italia UE 2015 - Parere alla 14a Commissione - Rel. Bianconi
Audizione ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca sulle questioni connesse all'accesso alla formazione universitaria e post universitaria in medicina
Audizione del ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali sulla stesura della “Carta di Milano”, con particolare riferimento ai temi della produzione agricola, della sostenibilità ambientale e della sicurezza alimentare
Indagine conoscitiva Ssn: seguito dell'audizione conferenza delle regioni e delle province autonome


In Aula
Seguito della discussione di mozioni sulla promozione della cultura contro i maltrattamenti degli animali II. Informativa del Governo sui gravi incidenti verificatisi a Milano il 1° maggio 2015
Discussione di mozioni su iniziative contro la crisi economica e sociale della Sardegna
Discussione di mozioni sulla realizzazione della rete a banda ultra-larga

EXPO, L’ORGOGLIO, LA RABBIA, LA SPERANZA
L’orgoglio
: nonostante gli scandali, i ritardi, le polemiche, Expo si è aperto come da programma (e possiamo dire si è aperto alla grande).
La rabbia: la devastazione di una parte della città per mano dei professionisti della violenza
La speranza: la risposta dei milanesi, che alle mazze e alle bombe hanno risposto con scope e pennelli per ripulire la loro città.
E da ultimo, riassumendo tutte e tre queste cose, la dedizione, la fatica e l’impegno delle Forze dell’ordine, che hanno dovuto contrastare e contenere l’assalto dei black bloc.
Tutto il resto è cronaca (necessaria), approfondimento (doveroso), strumentalizzazione politica (anche), ma il dato di fatto rimane l’essere riusciti ad arrivare all’importante appuntamento dell’Expo nei tempi previsti, dimostrando che l’Italia che lavora è in grado di superare gli ostacoli e presentarsi al mondo a testa alta.

RIFORMA P.A., GRAZIE A NCD E LORENZIN SVOLTA STORICA NELLA SANITA’
La scorsa settimana l’Aula del Senato ha approvato la riforma della Pubblica Amministrazione, tassello fondamentale nell'ammodernamento e miglioramento del nostro Paese. "Ora l'auspicio – dichiara la senatrice Laura Bianconi, vice presidente del Gruppo AP-Ncd-Udc - è che la Camera approvi velocemente una riforma attraverso la quale avremo una P.A più semplice con meno burocrazia e ridotte procedure amministrative, ma soprattutto garantiremo più efficienza e rispetto del merito. Dopo tanti anni di annunci possiamo dire che ci sono le condizioni affinché il settore della Pubblica Amministrazione non sia più un freno ma piuttosto un volano per il rilancio e lo sviluppo dell'intero sistema Paese. In particolare – sottolinea Bianconi - una svolta storica, fortemente voluta dal ministro della Salute Lorenzin, riguarda infatti la modalità per diventare direttore generale di azienda sanitaria per il quale sarà necessario un concorso nazionale con una selezione basata su di titoli e competenza. Siamo di fronte ad un cambio radicale rispetto al passato – conclude Bianconi - dove la gestione della nostre aziende sanitarie e dei nostri ospedali sarà affidata sulla base non di logiche politiche o di appartenenza partitica, ma piuttosto di competenza. E' un successo importante di cui siamo orgogliosi e che porta la firma del Nuovo Centrodestra".

FARMACI FASCIA C, DA BIANCONI STOP A MINISTRO GUIDI
Tutto è cominciato con una dichiarazione del ministro dello sviluppo economico Federica Guidi durante un convegno dell’Antitrust; il ministro ha infatti auspicato una liberalizzazione della vendita dei farmaci di fascia C, misura che non è entrata nel ddl concorrenza approvato dal governo e che il ministro Guidi auspica divenga oggetto di una riflessione da parte del Parlamento nel corso della discussione che verrà fatta nelle Commissioni parlamentari e in Aula. " Il ministro Guidi – dichiara la senatrice Bianconi - torna alla carica nella sua per molti aspetti strana battaglia per portare i farmaci di fascia C sui banconi dei supermercati. La sua ostinazione è davvero particolare e comunque il ministro dimostra di non ascoltare chi, su basi scientifiche e sanitarie, difende la vendita di questi particolari farmaci, così particolari che hanno bisogno di essere venduti dietro presentazione di ricetta. La Guidi - prosegue Bianconi - non ha compreso che tra l`altro una decisione di questa natura porterebbe alla chiusura delle farmacie, sollevando un problema di dimensioni enormi non tanto nelle città popolose, dove sono presenti numerosi presidi sanitari, ma anche e soprattutto in quei piccoli comuni dove ancora oggi la farmacia è il luogo di primo soccorso. Forse il ministro Guidi farebbe bene a concentrarsi sullo sviluppo economico delle imprese italiane, cercando di aumentare i posti di lavoro in favore dei disoccupati, piuttosto che cercare di aumentare la vendita di farmaci".

ITALICUM: AP DETERMINANTE PER LE RIFORME COSTITUZIONALI
"Il voto convinto espresso alla Camera da parte di Area popolare sulla legge elettorale dimostra lo spirito riformatore del nostro gruppo e rafforza in noi l'impegno, preso con gli elettori al momento della nascita del governo Renzi, per ammodernare la struttura istituzionale del nostro Stato, ormai sempre più incapace di adattarsi alle sfide della modernità"
. Lo ha dichiarato la senatrice di Area popolare Ncd-Udc, Laura Bianconi che continua: "Allo stesso tempo saremo protagonisti sui grandi temi che riguardano lo sviluppo ed il futuro del nostro Paese: dall'economia alla giustizia, dal fisco alla scuola, dal welfare all'ambiente, dalla famiglia ai diritti civili. Temi che rappresenteremo avendo quale bussola di riferimento, come già accaduto con il Jobs Act, i nostri valori costitutivi: quelli della famiglia del popolarismo europeo e della grande tradizione liberale italiana. Quindi andremo avanti lungo la strada tracciata in questi mesi, e con la consapevolezza di essere determinanti e che senza il nostro contributo e la nostra responsabilità il cambiamento del Paese rimarrebbe soltanto una mera, buona, intenzione".

SALUTE, DA MINISTRO LORENZIN SCREENING NEONATALE PER PATOLOGIE METABOLICHE
Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha trasmesso alla Conferenza Stato-Regioni lo schema di decreto per l'avvio dello screening neonatale per la diagnosi precoce di una serie di patologie metaboliche ereditarie. Si tratta di uno strumento formidabile di prevenzione secondaria, perché permette di ridurre al massimo il danno legato ad un deficit genetico, consentendo di intervenire sulla dieta, eliminare alcuni cibi, assumere integratori e tutte misure che di fatto migliorano la qualità di vita dei bambini e delle loro famiglie. “Ci sono malattie metaboliche che, se non diagnosticate tempestivamente, possono indurre ritardo intellettuale e psico-motorio, oltre ad un diffuso disagio nel campo della integrazione sociale – sottolinea la senatrice Laura Bianconi – per questo assume una grande importanza la decisione del ministro Lorenzin e auspico che la Conferenza Stato-Regione approvi in tempi rapidi lo schema di decreto. In questo modo – conclude Bianconi – si aggiungerebbe un ulteriore tassello alla politica per la famiglia portata avanti da questo governo; dopo il bonus bebè, le neomamme potranno presto contare su una misura che tutela la qualità della vita dei propri bambini e limita i rischi di possibili patologie. Questo è il nostro impegno, aiutare i genitori affinché il loro figlio nasca e cresca sano”.

IMMIGRATI, AP PRESENTA IN SENATO DDL REATO TRAFFICO ESSERE UMANI
Italia si assume ruolo guida nella lotta agli scafisti. Pene andranno dai 15 anni fino all'ergastolo - Un rafforzamento degli strumenti di lotta contro gli sbarchi di immigrati clandestini ed in particolare nei confronti delle organizzazioni che gestiscono i 'viaggi della morte'. E' quanto previsto da un disegno di legge del gruppo di Area popolare Ncd-Udc al Senato, presentato dai senatori Nico D'Ascola, Antonio Gentile e dal presidente del gruppo Renato Schifani, e firmato dai senatori del gruppo. “In questo modo – spiega la senatrice Laura Bianconi - si intende fornire nuovi e più efficaci strumenti nella lotta ai nuovi schiavisti, strumenti che vanno ad affiancarsi a quelli messi in campo in questi mesi dall'Italia grazie all'impegno del ministro Alfano”. Il disegno di legge prevede infatti un deciso inasprimento della lotta agli scafisti attraverso l'introduzione nell'ordinamento penale del reato di "Traffico di essere umani", una nuova tipologia di reato che, come viene spiegato nella relazione al provvedimento, "intende tutelare non tanto le frontiere o la disciplina dei flussi migratori ma la persona in quanto tale, i cui beni essenziali sono gravemente minacciati dal traffico illegalmente organizzato". In particolare i proponenti richiedono di intervenire sull'articolo 7 del Codice penale, affinché il delitto di traffico di essere umani sia "punibile incondizionatamente secondo la legge italiana, a prescindere dal luogo in cui è stato commesso". Un modo per poter perseguire tale efferato crimine su una "scala amplissima, senza soffrire limitazioni scaturenti dal territorio, consentendo così all'Italia di assumere ruolo guida nel contrasto e nella repressione di tali gravissimi fatti". Infine, per quanto concerne le pene previste queste varieranno in base alla presenza di precisi eventi aggravanti. In generale la pena stabilita va dai 5 ai 15 anni di reclusione per chi promuove, dirige, organizza, finanzia o effettua il trasporto illegale. Pena che poi è destinata ad aumentare fino a 30 anni in presenza di morte non voluta dal reo durante il traffico illecito. Mentre nel caso di volontarietà nel decesso della persona trasportata la pena è stabilita nell'ergastolo.

VITALIZI: STOP PER CONDANNATI
Il 7 maggio gli Uffici di Presidenza di Camera e Senato approveranno la proposta del Presidente del Senato Pietro Grasso che prevede l’eliminazione del vitalizio per i condannati. Una misura che come lo stesso Presidente Grasso ha ricordato è "fondamentale per ridare dignità a istituzioni" e "un atto concreto per ricostruire fiducia tra politica e cittadini".

APPUNTAMENTI AP, MERCOLEDI’ 6 MAGGIO A ROMA
AREA POPOLARE #ricominciamoda7. E’ questo il tema dell’evento nazionale di NCD Area Popolare per l’apertura della campagna elettorale delle Regionali 2015. Per tutti l’appuntamento è per mercoledì 6 maggio, alle ore 10,30, presso il Teatro Centrale di Roma, Via Celsa 6. Interverranno i candidati.

APPUNTAMENTI AP, SABATO 9 MAGGIO A MODENA
FALCE E CARRELLO……..
FALCE E SPORTELLO……..
FALCE E RIGHELLO……..
Un collaudato sistema di potere tra partitone, amministrazioni pubbliche ed economia
E’ questo il tema dell’iniziativa pubblica che si terrà a Modena sabato 9 maggio, alle ore 10, presso l’Auditorium Confcommercio, Via Piave 12.
Introduce:
Sen. Carlo Giovanardi
Intervengono:
On. Fabrizio Cicchitto
Sen. Gabriele Albertini
Sen. Luciano Rossi
Conclude:
Sen. Gaetano Quagliariello

IL TUO 5 X MILLE ALLA FONDAZIONE TERESA E LUIGI DE BEAUMONT BONELLI
Inizia il periodo della Dichiarazione dei Redditi. A costo zero si può fare una buona azione destinando il 5xmille alla Fondazione Teresa & Luigi de Beaumont Bonelli Onlus – per la ricerca sul cancro - C.F. 80065250633 - www.fondazionebonelli.org


Non dimenticare. Il fatto che professionisti della violenza, magari violenti perché annoiati nel dover scegliere se indossare un Rolex o un Patek Philippe, abbiano conquistato i titoli di apertura dei mezzi di informazione, non dimentichiamo che in Nepal è avvenuto uno dei più gravi terremoti che si ricordino e che quel popolo ha ancora bisogno del nostro aiuto. Per questo Spazio libero questa settimana propone due riflessioni/appelli che riguardano il Nepal, e che riguardano anche noi italiani.

IL PADIGLIONE NEPAL DI EXPO
Il Padiglione del Nepal in Expo 2015 é stato costruito con grande perizia artigianale: ogni colonna, ogni trave e tutti gli elementi, statue, capitelli, fregi che compongono la grande pagoda sono state intarsiate a mano. Occupa una superficie di 2750 metri quadri, di cui 1000 coperti. La sky line rappresenta la catena dell'Himalaya un percorso dall’ingresso fino al punto più elevato con la Pagoda e la grande Stupa, rappresentazione architettonica del monte Sagarmatha, nome nepalese dell'Everest che significa: "casa della dea madre". Il Nepal é un paese ricco di biodiversità grazie alla varietà di clima; dalle grandi montagne di 8000 metri fino alle pianure del Teray sono formidabilmente rappresentate le 3 espressioni del clima alpino, temperato e subtropicale Il Padiglione del Nepal raffigura un percorso di trekking lungo le fertili colline ricche di flora e fauna che dalle valli sale fino alle grandi montagne, dove da una parte si vedono le vette degli "8000" himalayani e dall'altra lo scorrere della vita delle persone. Dai ghiacciai delle grandi montagne scende impetuosa l'acqua dei fiumi lasciando arida la terra delle valli, mentre il percorso in salita dentro il padiglione rappresenta un serpente simbolo della dea della pioggia, alla quale le persone si rivolgono supplicando la pioggia e con essa la fertilità del terra ed il benessere per gli uomini. Ogni rappresentazione scultorea di cui é tappezzato il padiglione nepalese é fatta secondo la cultura nepalese ed esprime il concetto fondamentale della cultura di questo popolo che é quello della fertilità, generatrice di vita. In ogni disegno del tempio in legno finemente cesellato, in ogni pinnacolo e recipiente incastonato del tempio sono contenuti l'immortalità della dea della pioggia. Quando il liquido viene esposto alla preghiera, la gente crede che scenderà buona pioggia, si avrà un buon raccolto e buona agricoltura. Alla fine del percorso, studiato anche per i disabili, si arriva a un anfiteatro che guarda ai templi; la pagoda induista a forma quadrata che simboleggia gli esseri umani e lo stupa buddista a forma rotonda che simboleggia la natura. La pagoda é dedicata alla dea della pioggia "Taleju" la dea madre che ci protegge. La sua manifestazione vivente è la "Kumari", la divinità più importante nella società nepalese. Durante il Chariot, grande festival in Nepal, la Kumari viene portata fuori dalla sua casa nelle strade delle città per chiedere abbondante pioggia e buona vita per tutti. Lo stupa simboleggia la natura e quindi i raccolti e, rispetto ad Expo, tutto ciò che la natura produce per l'alimentazione. Il padiglione del Nepal é la rappresentazione di una danza cosmica fra la natura e gli esseri umani. È stato progettato secondo i temi dell'Expo e vuole essere dedicato ora al popolo del Nepal così terribilmente colpito dal terremoto di questi giorni, deve essere il faro internazionale acceso su questo dramma e la piattaforma attraverso la quale concentrare la solidarietà e i fondi per aiutare le vittime e la ricostruzione di questo stupendo paese.
(Pietro Coerezza)
Per contatti con il padiglione Nepal: Press Office - Ufficio stampa Padiglione Nepal, Pietro Coerezza - EvK2CNR Associazione riconosciuta, Via San Bernardino 145 - 24126 Bergamo
email: pietro.coerezza@evk2cnr.org

&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&

PADIGLIONE NEPAL, ECCO L'ITALIA DELL'EXPO CHE RISPONDE AI BLACK BLOC
Il padiglione del Nepal all'Expo 2015 di Milano è chiuso perché i Nepalesi, molti dei quali colpiti da un lutto in famiglia, sono tornati in fretta e furia nel loro paese martoriato. Accanto a questa notizia ovvia nella sua crudezza, ce n'è un'altra, meravigliosa. Che mi piacerebbe diventasse un hashtag più importante di quello dei black bloc. Ed è che imprese italiane, lavoratori siciliani, calabresi, campani, abruzzesi, laziali, toscani, emiliani, lombardi, veneti e friulani, stanno completando i lavori del Padiglione Nepal. Gratis. Questa è l'Italia che mi piace e tutto il resto sono chiacchiere.
Non sappiamo guardare solo il nostro ombelico, sappiamo alzare lo sguardo e accorgerci del nostro prossimo e del vuoto che lascia quando non c'è più e sappiamo pregare anche con le mani, i chiodi, i martelli e gli scalpelli. Questa notizia merita le prime pagine. È questa la notizia che ripulirà le vetrine imbrattate, che porterà via le macchine bruciate e rovesciate, che farà tacere la violenza. C'era da prendere chiodi e martelli e dargli di olio di gomito gratis e nel tempo libero: cioè, c'era da amare. Perché l'amore è così: gratuito e ti succhia la vita e tu te la fai succhiare che vorrebbe dire che la doni, che vorrebbe dire che dai il tuo tempo libero ad un altro. Amore altissimo perché qui "l'altro" non sai chi è. Era solo quello che lavorava al Padiglione accanto. Ci sono notizie con una grande chioma ma poca radice. Notizie che seccano presto. E poi ci sono notizie come questa. Tanta radice profonda a reggere la terra e a dare nutrimento a quella piccola piantina che si vede all'esterno. È una piccola pianta con radici profonde. Ci svela un'Italia che ci piace. La devi cercare tra le notizie minori, ma vive delle radici generose e buone dell'animo italiano e della solidarietà umana che non conosce differenza tra culture e nazioni.
Si chiama lavoro, si chiama amore, si chiama Italia che non chiacchiera. Si chiama uomo. Perché il lavoro dà dignità ancor prima che stipendio e posizione sociale, perché l'Italia è fatta di brave persone, perché il mondo è fatto di brave persone e non è retorica o ingenuità ed è proprio vero. C'è un cantiere che non si è fermato e dove si parlano tutte le lingue. I turni li fa il cuore. Non quello dei cuoricini ma degli operai specializzati. Delle mani abili a costruire e a dire in tutte le lingue: io ci sono.
(Mauro Leonardi – Il Sussidiario, domenica 3 maggio 2015 – www. il sussidiario.net)

 

 

 

A cura della segreteria della Senatrice Laura Bianconi
Via Uberti,14 – 47023 Cesena (FC)
tel. 0547/613927 – fax 0547/613935
www.laurabianconi.itsenatrice@laurabianconi.it

Questa newsletter vuole essere un contributo al dibattito politico e culturale nel nostro Paese. Ci scusiamo se arriva contro la tua volontà, molti dei nostri indirizzi sono presi da elenchi istituzionali e trattati secondo quando stabilito dalla L. 675/96, se non vuoi più riceverla.

clicca qui


Privacy e Note Legali
[ home ] - [ biografia ] - [ news letters ] - [ photo gallery ] - [ links ] - [ contatti ]