Laura Bianconi Vicepresidente dei Senatori del Gruppo PDL
Newsletter n. 25 del 27 luglio 2010

In Commissione
Affari costituzionali
Sospensione procedimenti penali per le alte cariche dello Stato
Audizione del Presidente della Corte dei Conti sul ddl anticorruzione
Difesa
Proroga degli interventi di cooperazione allo sviluppo e a sostegno dei processi di pace, di stabilizzazione e delle missioni internazionali delle Forze armate e di Polizia
Audizione dell’Ambasciatore d’Italia a Kabul
Agricoltura
Proposta di regolamento del Parlamento europeo per quanto concerne la possibilità degli Stati membri di limitare o vietare la coltivazione di organismi geneticamente modificati (OGM)
Igiene e Sanità
Recepimento Direttiva CE che stabilisce norme minime per la protezione e il benessere animale del settore avicolo (relatrice Bianconi)
Norme in materia di disturbi di apprendimento
Indagine conoscitiva malattie degenerative: audizione esperti malattie reumatiche
Territorio, Ambiente e Beni ambientali
Attuazione Direttiva CE per azioni comunitaria nel campo della politica per l’ambiente marino
Commissione Parlamentare di Vigilanza sui servizi radiotelevisivi
Audizione del Presidente, del Direttore generale e del Consiglio di amministrazione della RAI

In Aula
Riforma universitaria
Proroga missioni internazionali
Misure urgenti in materia di energia
Disposizioni in materia di sicurezza stradale

ULTIMA SETTIMANA PRIMA DELLA PAUSA ESTIVA: IN AULA NUOVO CODICE DELLA STRADA E RIFORMA DELL’UNIVERSITA’
Ultima settimana di lavoro per il Senato prima della pausa estiva. Intensa l’attività nelle Commissioni sui provvedimenti che andranno in Aula in settembre, alla ripresa dei lavori. Intanto arrivano a conclusione importanti disegni di legge come il nuovo Codice della Strada che ritorna al Senato per l’approvazione definitiva, dopo le modifiche apportate dalla Camera dei Deputati. I principali punti riguardano proprio la sicurezza dei cittadini, per quanto attiene il consumo di alcool nelle ore notturne e la revoca della patente, per neo patentati e per chi esercita il trasporto di persone, in caso guida sotto l’influenza di alcool e sostanze stupefacenti. Particolarmente significativa la norma che prevede che non possano conseguire nuovamente la patente di guida le persone cui sia applicata, per la seconda volta, la revoca della patente quale sanzione accessoria alla condanna per omicidio colposo, commesso in stato di ebbrezza o alterazione dovuta a sostanze stupefacenti. Altrettanto importante la conclusione del disegno di legge sulla riforma dell’Università, riforma fortemente voluta dal Ministro Gelmini per porre rimedio ai tanti problemi che affliggono il nostro sistema universitario: dal forte abbandono nei primi anni, all’alto numero dei fuori corso, alla grande differenza della qualità dell’offerta formativa anche se il valore legale del titolo è lo stesso. Una riforma che affronta dunque in modo organico i temi strategici del sistema universitario, ispirata ai principi della responsabilità e del merito. I punti principali riguardano un più razionale utilizzo delle sedi esistenti e delle risorse l’istituzione di un fondo per il merito, destinato a promuovere l’eccellenza tra gli studenti.

PDL E DINTORNI: A ORVIETO IL CONVEGNO DEI CIRCOLI E DELLA FONDAZIONE NUOVA ITALIA
Inutile far finta di niente, il contrasto all’interno del Pdl si acuisce ogni giorno di più, e in questa lotta in cui chi più scalpita non ha ancora detto quale sia la posta in gioco (cui prodest? dicevano gli antichi romani), qualche fendente (Corriere della sera di oggi) è arrivato anche all’autrice di questa newsletter, la Senatrice Laura Bianconi, rea di avere preso le parti dell’amico e compagno di partito Alfredo Mantovano di fronte ai pretestuosi attacchi dell’Onorevole Granata. Dell’attuale situazione politica se ne è parlato lo scorso fine settimana a Orvieto al Convegno dei Circoli e della Fondazione Nuova Italia, presieduta dal Sindaco di Roma Gianni Alemanno, a cui era stata invitata alche la Senatrice Laura Bianconi. Particolarmente significativa la posizione di Gianni Alemanno riguardo il PdL. “E’ giusto che sia nato il PdL? Sì, il PdL ha una sua forza e può essere una grande comunità: se c’è questa consapevolezza, allora i problemi di organizzazione e congressuali potranno essere sconfitti, altrimenti staremo sempre a domandarci se abbiamo fatto bene o male”. Ma il Convegno di Orvieto è stato anche l’occasione per la Senatrice Laura Bianconi per tornare a parlare dei temi fondanti del suo impegno politico quali quelli etici. Nel corso della Tavola rotonda sul tema Identità italiana e libertà della Chiesa, alla quale hanno preso parte Alfredo Mantovano, Franco Bechis, Rocco Buttiglione, Camille Eid, Franco Frattini, Mons. Luigi Negri e Andrea Ronchi, la Senatrice Laura Bianconi ha parlato delle principali sfide che deve affrontare la nostra tradizione culturale. “Parallelamente a quanto è accaduto con l’affermazione dell’ideologia comunista, in cui alla Comunità si è sostituito lo Stato e alla persona l’individuo, è innegabile – ha dichiarato Bianconi – che la cosiddetta lobby laicista stia cercando di minare le fondamenta del nostro modello di società, fondato sulla cultura giudaico cristiana, attraverso quella che si può definire come la dittatura dei desideri. I desideri, ovviamente, del singolo individuo che devono quindi trovare una legislazione che li recepisca in tutte le sfaccettature, dal desiderio di maternità alle proprie condizioni che diventa il diritto di concepire un figlio al di fuori dell’alveo naturale che è rappresentato dall’unione di un uomo e una donna che diventano padre e madre, al desiderio/diritto di impedire la nascita di un bambino che non corrisponda ai criteri di salute e benessere imposti dal pensiero dominante. A questo proposito basti pensare come in Inghilterra non nascano più bambini down, sacrificati sull’altare del bello e sano ad ogni costo, a come l’aborto, negli ultimi dieci anni, abbia impedito la nascita di 13 milioni di persone, molte più di quelle morte per cancro o per incidenti. Collocando sempre più in alto l’asticella della qualità della vita è giocoforza essere condizionati dai nuovi desideri/diritti che a cadenza periodica vengono imposti come traguardi irrinunciabili della civiltà. Così si è partiti dapprima con l’embrione, con il via libera a tutte le forme possibili di fecondazione e di sperimentazione, per chiudere il cerchio con i desideri/diritti legati al fine vita, per cui invece di lottare per un sistema di cure che, salvaguardando il diritto alla vita, accompagni il malato sino alla fine naturale, si è imboccato quel piano inclinato che va dal testamento biologico all’eutanasia. Aveva proprio ragione Kierkegaard quando diceva: la nave, che è un’immagine della società, ormai è in mano al cuoco di bordo, e le parole che trasmette il megafono del comandante non riguardano più la rotta, che non interessa più nessuno, ma quel che si mangerà domani. La vera sfida è dunque riprendere in mano il megafono e riaffermare quelli che sono i principi su cui, per duemila anni, si è fondata la nostra società e il nostro modello di convivenza civile”.



Ultima newsletter prima delle vacanze, ci si ritroverà a settembre. Tutti I giornali sono pieni di consigli per le vacanze, dal look very trendy ai locali very cool. Questa newsletter, per certi versi un po’ snob, nel senso che mal si adatta a seguire le mode imperanti, vuole invece fare l’elogio del tempo delle vacanze come di un tempo liberato. Liberato dal correre frenetico da un impegno all’altro, liberato dalla quotidiana lotta per mantenere nel più precario degli equilibri il rapporto con i nostri familiari, i nostri amici, i nostri colleghi di lavoro. Insomma un periodo in cui il tempo libero che avremo a disposizione non sia tempo perso. Che siano dunque vacanze in cui il nostro fare si riempia veramente di significato, al di là delle mirabolanti emozioni che i vari tour operator e assessori al turismo ci propongono. In cui trovare il tempo per tornare a un luogo della memoria, in cui lasciarsi stupire dalla frescura che è arrivata dopo il grande caldo, in cui fermarsi per cinque minuti per chiedere come va al nostro vicino di casa che incontriamo sempre frettolosamente sul pianerottolo. Ma soprattutto per concederci alcuni momenti con un buon libro, da sempre il miglior cibo per l’anima. Lasciamo gli affezionati, e a questo punto probabilmente anche esterrefatti, lettori con un autentica chicca: le letture per l’estate suggerite da Gianrico Carofiglio, magistrato, senatore e soprattutto raffinatissimo scrittore. Buone vacanze a tutti!

LETTURE NON BANALI PER UN'ESTATE SPECIALE
L’estate può essere l’occasione, anche per i lettori forti, di escursioni in territori abitualmente poco frequentati. E dunque l’occasione per scoperte interessanti e a volte stupefacenti.
Uno di questi territori è quello della poesia. Il mio primo consiglio di lettura riguarda una grande poetessa, Wislawa Szymborska, premio Nobel nel 1996. Adelphi nel 2009 ne ha pubblicato tutte le poesie in un libro dal titolo La gioia di scrivere.
La caratteristica e l’attrattiva di leggere un libro di poesia è che vi è la più ampia libertà di cominciare dove si vuole, e fermarsi quando si vuole, modulando il proprio itinerario di lettura in base al tempo, al momento, alla disposizione di spirito, senza obblighi di cominciare dall’inizio e terminare alla fine. La raccolta della Szymborska offre una vasta possibilità di costruire questi itinerari di lettura, percorrendo paesaggi dell’anima mutevoli e segnati ora dalle tinte della sensualità, ora della malinconia, ora di una inattesa e coinvolgente ironia.
Passando dalla poesia alla saggistica il mio suggerimento è di leggere senza indugio: Il cigno nero di Nicolas Nassim Taleb. Questo signore libanese-americano professore di scienza dell’incertezza, ha scritto un libro di cui, semplicemente, non si può fare a meno.
È un libro che parla dell'imprevedibilità e di come essa attraversi segretamente le nostre vite individuali e collettive. È un libro di straordinaria intelligenza (oltre che di piacevolissima lettura) che può cambiare del tutto la nostra visione e la nostra comprensione del mondo.
E per concludere con qualcosa di (apparentemente) più leggero: sotto il fatidico ombrellone leggete qualsiasi cosa abbia scritto Bill Bryson, umorista fra i più bravi al mondo. Se non l’avete mai provato cominciate con Vestivamo da superman, esilarante, a volte commovente autobiografia di una ragazzino e del suo paese – la leggendaria America degli anni Cinquanta. Semplicemente imperdibile.
(Sen. Gianrico Carofiglio)
 

 

 

A cura della segreteria della Senatrice Laura Bianconi
Via Uberti,14 – 47023 Cesena (FC)
tel. 0547/613927 – fax 0547/613935
www.laurabianconi.itsenatrice@laurabianconi.it

Questa newsletter vuole essere un contributo al dibattito politico e culturale nel nostro Paese. Ci scusiamo se arriva contro la tua volontà, molti dei nostri indirizzi sono presi da elenchi istituzionali e trattati secondo quando stabilito dalla L. 675/96, se non vuoi più riceverla.

clicca qui


Privacy e Note Legali
[ home ] - [ biografia ] - [ news letters ] - [ photo gallery ] - [ links ] - [ contatti ]